Pmi e Agenzie di viaggi, 150 milioni di euro di finanziamenti

La giunta regionale ha stabilito di rilanciare e rimodulare ‘Credito Adesso’, il progetto nato nel 2012 in collaborazione con Finlombarda per combattere la crisi di liquidità delle micro, piccole e medie imprese lombarde

29 febbraio 2016
Guarda anche: EconomiaLombardia
FB_IMG_1456775726019

Le condizioni del mercato cambiano e Regione Lombardia adegua di conseguenza gli strumenti a disposizione delle aziende. Oggi, la Giunta regionale ha infatti stabilito di rilanciare e rimodulare ‘Credito Adesso’, il progetto nato nel 2012 in collaborazione con Finlombarda per combattere la crisi di liquidità delle micro, piccole e medie imprese lombarde mediante la concessione di finanziamenti chirografari dietro presentazione di ordini e contratti di fornitura di beni e servizi. E per farlo ci sarà un’importante dotazione di 150 milioni di euro.

Destinatarie del dispositivo sono le PMI, le imprese fino a 3.000 dipendenti (mid cap) e le agenzie di viaggio.

Le azioni prevedono la concessione di finanziamenti agevolati con modalità ordinaria (finanziamento pari all’80% del valore degli ordini, fino a 750 mila euro per le PMI e fino a 1,5 milioni per le mid cap), la concessione di finanziamenti agevolati alle imprese con modalità semplificata (finanziamento senza la presentazione di ordini, da un minimo di 18 mila euro fino ad un massimo di 200 mila euro) e un contributo regionale sull’abbattimento del tasso di interesse (pari al 2% per tutti i settori di attività, al 3% per tutte le agenzie di viaggio, al 4% per le agenzie di viaggio che dimostrino di aver diversificato la propria attività).

NUOVO SLANCIO PER IMPRESE – “La crisi di liquidità è un fattore che compromette anche in maniera irreversibile la competitività delle imprese. Con questo intervento Regione Lombardia sostiene le aziende che sono alle prese con ritardi dei pagamenti e difficoltà di accesso al credito, finanziando anche l’80% del valore degli ordini, con importi fino a 750 mila euro per le PMI e fino a 1,5 milioni per le imprese che contano da 250 a 3.000 dipendenti, in modo da dare fiducia e nuovo slancio in un momento in cui si stanno intravedendo i primi segnali di ripresa”, spiega il sottosegretario lecchese Daniele Nava.

AGENZIE DI VIAGGIO – Un’attenzione particolare riguarda il settore delle agenzie di viaggio, che conta oltre tremila imprese e ottomila lavoratori e che sta attraversando un momento di crisi profonda, innalzando fino al 4% il contributo regionale sull’abbattimento del tasso di interesse. “Il settore sconta le problematiche connesse agli attentati ma anche una crisi più strutturale legata al fatto che internet e le nuove tecnologie hanno cambiato profondamente le abitudini dei consumatori e le loro modalità di organizzare i viaggi”, commenta Mauro Piazza, componente della Commissione Attività produttive.

IMPEGNO REGIONE – Intanto Regione Lombardia sta anche, sul fronte nazionale, “segnalando la situazione al Ministero del Turismo e al Ministero del Lavoro, nonché ai vertici della Commissione Turismo e della Commissione Attività produttive della Conferenza delle Regioni – come spiega l’assessore allo Sviluppo Economico Mauro Parolini – Inoltre ci stiamo muovendo con l’Agenzia Regionale per il Lavoro per l’attivazione di forme speciali di tutela del lavoro in favore di questo settore, come la cassa integrazione in deroga e i contratti di solidarietà”.

Tag:

Leggi anche: