Picchia e segrega la moglie. Arrestato italiano 55enne

L'uomo è accusato di maltrattamenti verso la consorte: l'avrebbe malmenata trascinata attraverso la casa per i capelli e quindi, in bagno, mostrato di volerla annegare nella vasca da bagno

11 dicembre 2015
Guarda anche: Busto Arsizio
Violenza

Violenza

Lo scorso 9 dicembre gli agenti della squadra investigativa del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio, eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP di Busto Arsizio Patrizia Nobile, hanno arrestato un italiano di 55 anni residente in un comune della zona per maltrattamenti contro familiari e conviventi e violenza privata, reati commessi ai danni della moglie.

La vicenda è emersa quando la donna, verso la fine dello scorso mese di novembre, è dovuta ricorrere alle cure dell’ospedale di Busto Arsizio dopo aver subito un’aggressione da parte del marito, che le aveva procurato contusioni in varie parti del corpo. 

Poiché tra le lesioni vi era il segno di un tentativo di strangolamento, la vittima, approcciata da personale del Commissariato, si è decisa a sporgere denuncia episodio raccontando che il marito l’aveva chiusa in casa a chiave, le aveva tolto il cellulare per impedirle di chiedere aiuto, trascinata per i capelli attraverso le stanze dell’appartamento tanto da strapparle diverse ciocche, colpita con pugni e calci e condotta fino al bagno, dove aveva mostrato di volerla annegare nella vasca riempita d’acqua.
La donna, che era riuscita a sottrarsi alla furia del marito solo acconsentendo a giurargli il proprio amore, aggiungeva che quell’episodio era solo l’ultimo di una serie di offese, minacce, umiliazioni, danneggiamenti e percosse iniziati circa 5 anni fa e intensificatisi ultimamente a seguito della sua volontà di separarsi e di non avere con il coniuge rapporti sessuali.
Immediata è stata la trasmissione di un’informativa di reato dal Commissariato alla Procura della Repubblica di Busto Arsizio che, nella persona della Dott.ssa Francesca Gentilini, ha richiesto al GIP l’emissione della misura restrittiva.
L’uomo è stato arrestato subito dopo essere stato dimesso dall’ospedale, dove era stato ricoverato su sua richiesta ma non era stato riscontrato affetto da malattie psichiche, e condotto in carcere.

Tag:

Leggi anche:

  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti
  • Simone Miele vincitore della Coppa Italia Rally 2016

    rally-simone-miele Simone Miele e Roberto Mometti sono i vincitori della Coppa Italia Rally 2016, serie nazionale reintrodotta da Aci Sport per questa stagione. A bordo della Ford Fiesta World Rally Car, i due varesini – Simone è di Olgiate Olona mentre Roberto di Luino- hanno messo le mani sul titolo di Zona1 già