Piazza Repubblica, Civati e Conte (Pd): “Mancano sette milioni di euro”

Duro commento dei consiglieri comunali Democratici di fronte al raddoppio dei costi per le opere

17 febbraio 2016
Guarda anche: Varese Città
piazza repubblica-varese

Quello che sino a poche settimane or sono era stato presentato come un progetto ambizioso e definitivo, che avrebbe rivoluzionato il cuore della nostra città, è divenuto ora, nelle mani dell’Amministrazione Fontana, una vaga idee, senza più nemmeno le gambe per camminare.

E’ questo quanto emerso dalla commissione urbanistica cui ha partecipato il consigliere Andrea Civati.

“Abbiamo appreso infatti in quella sede delle poco convincenti rassicurazioni dell’Assessore Binelli, il quale è intervenuto sull’allarme lanciato dal PD di Varese in merito al raddoppio dei costi per l’intervento di riqualificazione di Piazza Repubblica e della ex Caserma Garibaldi – spiegano Civati e il vicecapogruppo del Pd Luca Conte – egli ha sostenuto che i 7 milioni di euro di maggiori costi del progetto selezionato non siano affatto una sorpresa, ma che tutto fosse previsto nel bando di gara.

 Peccato che, prima dell’allarme lanciato dal Consigliere Conte, nessuno avesse informato la Commissione competente, il Consiglio comunale (e, ci viene da pensare, forse anche una parte della Giunta) della necessità di trovare ulteriori 7 milioni di euro per poter realizzare un progetto presentato invece come definitivo. 

 Ancor meno chiaro è il tentativo di mischiare le carte, annunciando ipotetiche nuove risorse per il primo lotto nel corso della realizzazione del secondo. Anche in questo caso le parole di Binelli non trovano alcuna conferma nell’Accordo di programma, ove gli enti interessati hanno stabilito un crono programma ben preciso, in cui non trova fondamento l’attuale difesa di Palazzo Estense.

 La verità è che la città si trova di fronte all’ennesimo pasticcio della Giunta Fontana, divisa fra la prospettiva di dare avvio ad un progetto senza averne le risorse, modificarlo e ridimensionarlo aprendo la strada a possibili ricorsi o sacrificare il tanto promesso teatro per dirottarne i fondi al primo lotto.

 Iniziare un’opera senza averne le risorse rappresenterebbe una follia dal punto di vista politico ed amministrativo. Il rischio è quello di aprire un cantiere con un’idea progettuale irrealizzabile. Porre al centro della città un’opera incompiuta anziché la soluzione definitiva di un problema.

Piazza Repubblica potrebbe rappresentare l’ennesimo incompiuto della storia italiana”. 

Tag:

Leggi anche:

  • Arriva un altro successo per la Pallanuoto Banco BPM

    Strepitosa prova di forza della Pallanuoto Banco BPM Sport Management che, nella quinta giornata d’andata del campionato di serie A1 maschile, strapazza con un perentorio 18-4 i campani dell’Acquachiara, con la formazione padrona di casa che deve arrendersi al talento del sette guidato da
  • Domani torna in vasca la Pallanuoto Banco BPM Sport Management impegnata contro l’Acquachiara

    Tornerà in vasca domani alle ore 16.00 la Pallanuoto Banco BPM Sport Management che per la quinta giornata d’andata del campionato di serie A1 maschile sarà ospite della compagine napoletana dell’Acquachiara. La sfida, che si disputerà presso la Piscina Comunale di Santa Maria Capua Vetere
  • A cavallo tra le rocce lunari, e su astronavi fai da te

    Quante ne sono state dette sulla terra e sulla luna, sabato 18 ottobre a Busto Arsizio se ne vedranno delle belle sull’argomento. Appuntamento dalle 10 alle 16 al maneggio La Bastide in via Samarate, 150. Si farà una gimkana a cavallo tra modelli di rocce lunari, si costruirà un’astronave
  • Conferimento Ufficiale del Titolo Comune Europeo dello Sport 2019 alla Città di Sesto Calende

    Un lunedì pieno di emozioni ed entusiasmo è stato lo scorso 30 ottobre presso la sala d’onore del CONI a Roma per Simone PINTORI (Consigliere Comunale Delegato allo Sport) Danila DE CANDIDO (Consigliere Comunale Delegato ai Bandi) Andrea SCANDOLA (Rappresentante della Pro Sesto) Daniele