“PhotoFood”: il primo concorso fotografico culinario organizzato dagli “Amici di Mario Berrino”

Prima edizione del concorso che unise l'arte della fotografia al cibo. Il termine per presentare i lavori è il 31 ottobre

26 ottobre 2015
Guarda anche: Laghi
cibo_650x478

Un concorso fotografico culinario. Per unire l’arte visiva alle specialità dei nostri piatti. 

È stata aperta in questi giorni la prima edi­zione del concorso fotografico-culinario­ “PhotoFood 2015” organizzato dall’assoc­iazione culturale “Amici di Mario Berrin­o” assieme alla federazione delle associ­azioni artistico-culturalie con il patr­ocinio dell’ Uni Ludes di Lugano, ricord­ando che è l’ultima settimana in cui è p­ossibile inviare le ricette e le foto de­i piatti in quanto il concorso chiuderà sa­bato 31 ottobre 2015.­ 

Regolamento PhotoFood 2015

Articolo 1
L’Associazione culturale “Amici di Mario Berrino” organizza la prima edizione del concorso fotografico-culinario “PhotoFood” con il patrocinio de “La Famiglia Isprese”, di ficoExpoVillage2015 dell’Associazione Gea e dell’Associazione Interculturale per lo Sviluppo Umano (AISU Onlus).

Articolo 2
Tema del concorso è il cibo.

Articolo 3
Il concorso inizia domenica 21 giugno e si conclude sabato 31 ottobre.
Ciascun partecipante dovrà inviare sia la sua ricetta in formato digitale o come corpo di testo della mail che due fotografie della realizzazione della stessa, di cui una ripresa dall’alto, (in formato JPG, Png o PDF) all’indirizzo di posta elettronica assamicimarioberrino@yahoo.com specificando l’avviso di lettura e indicando nell’oggetto “concorso PhotoFood2015”.

Articolo 4
Le opere presentate verranno selezionate e giudicate in maniera inappellabile da una giuria di prestigio appositamente costituita che valuterà secondo i seguenti criteri:
originalità della ricetta;
presentazione del piatto;

Articolo 5
Le migliori opere classificate verranno esposte in una mostra collettiva che si terrà nel corso del mese di novembre in occasione della serata finale che prevedrà altresì la degustazione della ricetta vincente da parte della giuria.

Articolo 6
Il partecipante, per l’ opera candidata, concede all’associazione culturale “Amici di Mario Berrino” una licenza d’uso completa, non esclusiva, irrevocabile e a tempo indeterminato. L’associazione mantiene i diritti di utilizzarle nell’ambito delle proprie attività associative.
L’autore, il cui nome verrà sempre indicato, mantiene comunque i diritti morali sulla propria opera nonché la proprietà intellettuale della stessa.

Articolo 7
Il vincitore riceverà in premio un libro di cucina antico.
Al secondo e terzo classificato verranno donati due libri editi da Ludes Univesity Press.

Articolo 8
Con l’iscrizione al concorso, l’autore accetta il presente regolamento e dichiara di possedere la paternità e i diritti di utilizzo dell’immagine presentata e le eventuali necessarie liberatorie.

Tag:

Leggi anche:

  • Tutti in bici per i Comuni

    In occasione della settimana europea della mobilità torna Sabato 23 settembre la fortunata iniziativa “TUTTI IN BICI PER I COMUNI”, in collaborazione con i Comuni di Vedano Olona e Venegono Superiore. Ritrovo in Piazza delle Tessitrici alle 14.00 per la registrazione. Partenza alle
  • Dal 27 settembre la grande pallanuoto a Busto Arsizio con la BPM Sport Management e la Len Euro Cup

    Al via della competizione ci saranno, oltre ai mastini di Busto Arsizio, anche i francesi del Montpellier e del Pays D’Aix Natation, i tedeschi dell’OSC Postdam, i croati dello Jadran Split, gli ungheresi dello FTC Budapest (squadra che nella scorsa stagione si era aggiudica la Len Euro Cup) e
  • Ierago con Orago, inaugurazione Palestra in acqua Cele Daccò

    Il Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo interverrà domani, alle ore 10,30, alla cerimonia di inaugurazione dell’impianto sportivo acquatico “Palestra in acqua Cele Daccò” di Jerago con Orago (Varese) situato in via Onetto 4, vicino all’area Feste del Comune. La
  • Varese, Gianmarco Pozzecco cittadino onorario

    L’iniziativa è stata ideata da Marco Pinti che ha poi trovato l’appoggio della società varesina Pallacanestro Varese e successivamente della Delegazione Provinciale CONI. Gianmarco Pozzecco negli anni in cui ha giocato per la pallacanestro Varese ha sempre dimostrato, come sostiene Pinti