Malnate, la Lega Nord punta su Galli contro il “renziano di ferro” Astuti

L'ex presidente della Provincia di Varese, già sindaco di Tradate, potrebbe essere il prossimo candidato non solo del Carroccio, ma del centrodestra unito, contro il sindaco democratico Samuele Astuti

07 marzo 2015
Guarda anche: PoliticaVarese Città
Galli

La Lega si prepara già all’appuntamento elettorale del 2016. Nonostante ci siano prima le elezioni di questa primavera, l’anno prossimo la partita sarà fondamentale per il controllo del territorio. Al voto andranno le tre città più grandi della provincia, Varese, Gallarate e Busto Arsizio. Ma anche comuni strategicamente importanti, seppure più piccoli, come Malnate. Roccaforte del segretario provinciale del Pd Samuele Astuti, eletto sindaco nel 2011.

E proprio a Malnate la Lega Nord, che alle ultime elezioni aveva corso separata dal centrodestra, intende giocare una delle partite fondamentali, presentando una candidatura forte: quella dell’ex presidente della Provincia Dario Galli.

Nessuna conferma ufficiale, ma neanche smentite. E la voce sta girando da qualche giorno nel Carroccio, ottenendo tra i militanti riscontri positivi.

Di fatto, Galli, che ha terminato il proprio mandato come presidente di Villa Recalcati nel 2013, non sarebbe nuovo all’impegno di primo cittadino, avendo iniziato la sua carriera politica proprio come sindaco di Tradate. Quindi, l’ingresso in Parlamento, prima come deputato, poi come senatore. Nel 2008 il ritorno sul territorio, per candidarsi alle provinciali, dopo le dimissioni anticipate di Marco Reguzzoni.

La scelta di Galli da parte dei vertici leghisti potrebbe inoltre rientrare in una strategia di unità del centrodestra. L’ex presidente della Provincia, infatti, è riuscito a tenere unita la coalizione a Villa Recalcati, mentre non solo a livello nazionale, ma anche nel capoluogo, andava sfasciandosi.

L’esempio più lampante è il fatto che fino a fine mandato, il 2013, il segretario regionale dell’Udc Christian Campiotti (di recente diventato presidente della Fondazione Molina) abbia mantenuto il ruolo di assessore alle Politiche sociali, quando a partire dalle comunali del 2011 a Varese e nelle altre città il partito di Casini era stato buttato fuori dall’alleanza. Insomma, una figura per proporre una coalizione forte contro il centrosinistra.

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto Banco BPM Sport Management di nuovo in vasca

    Tornerà in vasca sabato 16 dicembre, alle ore 15.45 la pallanuoto banco BPM Sport Management che, dopo aver centrato la qualificazione alle semifinali di Len Euro Cup grazie al successo contro la Stella Rossa Belgrado, sarà impegnata nella sfida esterna contro il Posillipo, nel match della
  • La Pallanuoto Banco BPM Sport Management pesca il CN Marsiglia

    Dall’urna del sorteggio delle semifinali di Len Euro Cup la Pallanuoto Banco BPM Sport Management pesca il CN Marsiglia guidata dal tecnico genovese Paolo Malara. Sarà sfida italo-francese nelle semifinali di Len Euro Cup per la Pallanuoto Banco BPM Sport Management, con la formazione guidata da
  • A Varese torna BABBO NATALE RUN 2017 – Limited Edition

    Torna la Babbo Natale Run 2017, organizzata da Rotaract Varese Verbano e Comune di Varese, nella giornata di domenica 17 dicembre. La corsa podistica NON competitiva più natalizia di Varese, pensata ed organizzata per famiglie, giovani e per chiunque abbia voglia di divertirsi nel periodo di
  • La Pallanuoto Banco BPM Sport Management domani in vasca

    Scenderà in vasca domani alle ore 19.30 alle piscine Manara di Busto Arsizio (VA) la Pallanuoto Banco BPM Sport Management impegnata nella gara di ritorno dei quarti di finale di Len Euro Cup contro la Stella Rossa Belgrado. All’andata in Serbia era stata la formazione guidata da mister Marco