Made in Italy, allarme latte. Fontana “Proteggere i consumatori”

Lotta alla contraffazione sui tavoli di regione Lombardia, il presidente Fontana “Intensificare i controlli per tutelare la salute dei cittadini e l’economia Lombarda”

14 giugno 2018
Guarda anche: AttualitàLombardia

 Intensificare la lotta alla contraffazione alimentare, così da tutelare l’economia lombarda e la salute. Questo il messaggio portato dal presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, alla 73esima Assemblea di Assolatte cui ha partecipato anche l’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi. “L’agroalimentare lombardo – ha detto il presidente – ha chiuso il 2017 con un incremento delle esportazioni del 16% sul 2016, raggiungendo un valore di 7 miliardi di euro. I prodotti maggiormente commercializzati all’estero vedono prevalere proprio il settore lattiero-caseario. Proprio per questo Regione Lombardia è da tempo impegnata sul fronte difesa dei prodotti ‘Made in Lombardy'”.

AGROPIRATERIA GENERA TRAFFICO DA OLTRE 60 MILIARDI – L’agropirateria alimentare genera un traffico di oltre 60 miliardi di euro con prodotti alimentari di finto ‘Made in Italy’ e la Lombardia, la regione con l’export più importante, subisce questo danno in maniera superiore alle altre Regioni italiane. “Non è più accettabile – ha proseguito – che i produttori lombardi subiscano ogni anno danni miliardari e siano penalizzati dalla concorrenza sleale dei prodotti di italian sounding”.

ASSESSORE: IL LATTE FA BENE“Il latte fa bene – ha dichiarato Fario Rolfi l’assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi – basta fake news. La Regione Lombardia scenderà in campo nei prossimi mesi con una campagna istituzionale contro le notizie non vere sulla presunta insalubrità di questo alimento e promuovendone i valori nutritivi. Ristabilendo la verità si farà un primo passo anche per un più equo posizionamento sul mercato del latte. Abbiamo già istituito una tavolo regionale sul latte a cui partecipano tutti gli attori della filiera, dagli agricoltori ai trasformatori fino ai rappresentanti della grande distribuzione, per trovare soluzioni condivise”.

Tag:

Leggi anche:

  • Violi (M5S) “Maroni. Reato grave, danno ai lombardi”

    “È assurdo che Maroni si dica deluso dopo la condanna in primo grado a un anno per aver fatto ottenere un contratto a una sua collaboratrice in una società controllata dalla Regione Lombardia. A essere delusi e danneggiati sono i lombardi. Le pressioni per le assunzioni nelle società
  • Varese, 500mila euro per la sicurezza del territorio

    “Un contributo importante per mettere in sicurezza il nostro territorio. Da Regione Lombardia 500 mila euro per interventi di manutenzione straordinaria per i nostri fiumi e torrenti della Provincia di Varese”. Lo ha dichiarato il Vicepresidente del Consiglio Regionale della Lombardia Francesca
  • Processo Maroni, condannato ad un anno di carcere

     L’esponente leghista, già segretario federale, è stato condannato a un anno e a 450 euro di multa. L’ex ministro è stato condannato per un solo capo di imputazione con pena sospesa e all’interdizione dai pubblici uffici. Maroni è risultato colpevole del reato di turbata libertà del
  • M5S Lombardia: no al business sul mercato del lavoro

    “E’ un progetto di legge affrettato che darà risultati molto approssimativi. Poteva essere l’occasione per rilanciare seriamente i centri per l’impiego, l’offerta di servizi ai disoccupati e limitare il business dei privati nel mercato del lavoro. La DID e il patto di