Luvinate, dopo il fuoco si fanno i conti con i danni dell’acqua

Il sindaco Boriani “Immediata pulizia dell’Alveo lungo la Val Da Runch e piazze di deposito in zona Zambella. Concretizzare la messa in sicurezza finanziata con 600.0000 da regione”

05 Luglio 2018
Guarda anche: CronacaVarese provincia

“Dopo il nubifragio della notte e sperando in qualche giorno di sole, stiamo facendo i conti dei danni e delle azioni da subito mettere in campo. I lavori di messa in sicurezza già finanziati con 600.000€ da Regione Lombardia diventano ora urgenti“. Così dichiara il Sindaco Alessandro Boriani che per tutto il giorno, insieme a Presidente del Parco Barra, Protezione Civile guidata da Alberto Gaggioni, Giunta e ufficio Tecnico comunale, hanno coordinato i vari interventi, sopralluoghi, contatti e verifiche.

‘Ormai dopo gli incendi abbiamo una equipe coordinata e affiatata da prove di un certo impegno fisico e mentale. Ringrazio pertanto i nostri volontari di Protezione Civile, il Parco Campo Fiori, I miei uffici e Giunta per il rinnovato e continuo impegno di queste ore’.

Al momento la situazione è la seguente:

– i lavori di ieri urgenti lungo il sentiero 10 hanno impedito che nuove colate di fango arrivassero in Paese lungo via Panera, come accaduto tra martedì e mercoledì. Luvinate è rimasto dunque su quel lato ordinato e pulito.

– a causa invece di dissesti lungo la Val da Runch e nella parte alta della montagna, il torrente che corre lungo Via San Vito risulta completamente saturo di fango e detriti. Gli uffici dell’Utr di Regione Lombardia, chiamati dal Sindaco ed usciti subito nella mattinata, hanno preso in carico il problema e procederanno entro i prossimi giorni nei lavori di svuotamento e pulizia. ‘Ringrazio per questo il Dr Conti ed i suoi uffici per l’immediata operativita’ ed efficienza’.

– lungo il sentiero 10 e nei boschi la situazione risulta abbastanza compromessa. Il sentiero risulta ancora non percorribile con auto e per tutto il giorno uffici del Comune, Parco, Protezione Civile hanno proceduto con sopralluoghi. Nelle prossime ore si interverrà per la realizzazione di ‘piazze di deposito’ al fine di contenere, prima del Paese, eventuale nuove portate detritiche. Domani si capirà come ripristinare la viabilita’ al sentiero 10.

– Peraltro ancora una volta su un percorso differente rispetto a ieri, ‘l’acqua ha portato il fuoco’ , con diversi tronchi bruciati giunti fuori dalle case nella zona dell’ex Circolo. Questo a riprova dell’aumentata fragilità di tutto il fronte sud del Campo dei Fiori dopo l’incendio dell’ottobre 2017. ‘Grazie a Regione Lombardia che ha finanziato proprio per tale motivo lavori di messa in Sicurezza per 600.000 €. Occorre pero ora verificare come accelerare senza alcun indugio gli interventi. Non possiamo certo vivere per mesi sperando che non piova piu’ e singoli interventi a valle risulteranno vani se a monte non si provvedera’ a governare tutto il fronte”.

– la Protezione Civile manterrà nelle prossime ore un presidio di monitoraggio del territorio e dell’alveo, mentre sono state già anche informate le autorità superiori (Provincia, Prefettura). Le famiglie interessate rispetto all’accessibilita’ nelle loro abitazioni sono dalle prime ore della mattina in diretto contatto con il Sindaco e gli uffici comunali.

– Si procedera’ infine con pulizia della parte del Paese ancora invasa da fanghi, domani e nei prossimi giorni. “Oggi – conclude Boriani – la cronaca ha imposto a tutti altre priorità e preoccupazioni che tutti comprenderanno”.

Tag:

Leggi anche:

  • Da Malpensa le linee guida per ricominciare a volare in sicurezza

    Non andare in aeroporto se hai la febbre (oltre 37,5 °C), sintomi da infezione respiratoria o perdita di gusto e/o olfatto. Verifica di avere tutta la documentazione richiesta per la tua destinazione prima di arrivare in Aeroporto. Se possibile, effettua il check-in on line, porta tutto ciò di
  • Truffe anziani, da Regione spot contro reato

    “È triste apprendere di altre truffe ai danni di anziani, di due donne, messe a segno a Milano. È un reato davvero odioso, vile, vergognoso che delinquenti compiono facendo leva sulla fragilità di queste persone”. Così l’assessore regionale alla Sicurezza, Polizia locale e
  • Fine dell’obbligo dei guanti sui mezzi pubblici in Lombardia

    A partire da lunedì 22 giugno in Lombardia sarà possibile prendere i mezzi di trasporto pubblici senza indossare i guanti. Lo stabilisce la nuova ordinanza n.569 firmata oggi dal presidente della Regione Attilio Fontana, che in virtù del fatto che in Lombardia “l’epidemia risulta a oggi
  • Sicurezza, salgono gli incidenti nel Varesotto

    Quasi millequattrocento interventi del soccorso medico nel Varesotto in una settimana, buona parte dei quali nell’ultimo weekend. In tre giorni si sono infatti registrate oltre 600 uscite sulle complessive 1375. Numeri da “fase 2”, dopo settimane in cui, a causa del lockdown, il ricorso al