Lonate Pozzolo: ritorna il cippo agli aviatori della Brughiera

Dopo il restauro e la traslazione, venerdì 23 la consegna

13 settembre 2016
Guarda anche: Malpensa
cippojpg

Venerdì 23 settembre, alle ore 10,00, si terrà presso il Parco delle Rimembranze di Lonate Pozzolo la cerimonia solenne per la ricollocazione del cippo dedicato agli aviatori della Brughiera.

Il cippo, che era stato eretto l’ 11 ,aggio  1968 nel Campo della Promessa a cura di un gruppo di ex appartenenti all’aeronautica Militare, è stato recentemente restaurato e traslato presso il Parco delle Rimembranze di Lonate Pozzolo.

All’interno del Parco delle Rimembranze di Lonate Pozzolo il comitato Recupero Reperti, con il coordinamento delle istituzioni, ha negli anni ricollocato altre vestigia aviatorie del Campo della Promessa, il campo di aviazione militare tra i più vasti d’Italia, che fu teatro operativo dal 1920 al 1945 con la fine del conflitto mondiale.

Una storia aviatoria che da diversi anni il comitato di Lonate Pozzolo intende preservare e mantenere viva nella memoria, gradualmente attraverso un lavoro di recupero e restauro di manufatti rinvenuti nell’area all’interno del “Campo della Promessa”  tanto caro a Gabriele d’Annunzio, il quale fece scrivere sulla stele originale la seguente frase “Ai martiri Innominati dell’ala infranta e invitta che dell’eterno silenzio fanno la lor gloria eterna – 11 marzo 1926”.

Questi reperti, sono oggi  visibili sulla via Gaggio, antica strada comunale che conduceva al porto di Lonate Pozzolo e Oleggio, restaurata e riaperta da un gruppo di lonatesi.

Oltre ad organizzare conferenze, serate a tema e patrocinare la pubblicazione di libri sull’argomento, il Comitato con il suo impegno ha permesso di conoscere e visitare l’intera area del Campo della Promessa, dove sono ancora visibili le vestigia militari dell’epoca.

Le attività di ricerca e di recupero del comitato continuano senza sosta e non si esclude che nei tempi a venire possa essere valutata la possibilità di ristrutturare la “Rosa dei Venti”, forse l’unico grande manufatto rimasto integro dopo tanti anni in Italia al servizio degli uomini addetti alla manutenzione degli aerei, utilizzato per la taratura delle bussole di bordo.

La cerimonia è stata patrocinata dalla Provincia di Varese, dal Comune di Lonate Pozzolo e dalla Fondazione Comunitaria del Varesotto ONLUS.

Saranno presenti alla manifestazione la Fanfara dell’Aeronautica Militare con le autorità civili e militari, le Associazioni d’Arma e combattentistiche, le Associazioni cittadine con alcune rappresentanze delle scuole elementari e medie di Lonate Pozzolo.

Con il comitato promotore hanno collaborato nell’organizzazione della cerimonia l’Associazione Arma Aeronautica di Gallarate, l’Associazione “Cavalieri del Fiume Azzurro di Lonate Pozzolo e l’Associazione Italiana Amici dell’Aviazione “Clipper” di Ferno.

 

Tag:

Leggi anche:

  • Giro d’Italia numero 100: vince l’olandese Dumoulin

    Con la cronometro Monza-Milano (29.3 km) si è chiuso il Giro d’Italia numero 100. A vincere la celeberrima corsa in rosa targata 2017 è stato Tom Dumoulin, l’olandese della Sunweb che ha stupito un po’ tutti e che si è laureato il nuovo re in rosa. Quintana, Nibali e Pinot si classificano
  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad