Lombardia: Raffaele Cattaneo ricevuto a Washington

Il vicedirettore degli Affari intergovernativi per la Casa Bianca a colloquio col presidente del Consiglio Regionale

05 agosto 2016
Guarda anche: LombardiaPolitica
cattaneocasa

 

Due ore di incontro alla Casa Bianca per un confronto  riguardante il tema della valutazione delle politiche e la riforma costituzionale.  Il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo, in qualità di rappresentante della Conferenza delle Assemblee legislative europee (Calre), è stato ricevuto nella sede della Residenza del Presidente degli Stati Uniti d’America da Adrian Saenz, vice direttore degli Affari intergovernativi per la Casa Bianca e membro della segreteria del Presidente Barack Obama.

“E’ stato un incontro ricco di spunti interessanti che ha avuto come obiettivo quello di mettere in comune le differenti esperienze di governo – ha affermato il Presidente Cattaneo -. Il confronto è stato utile per analizzare il modello americano e le differenti competenze tra livello federale e livello statale misurandolo con quanto sta avvenendo nel nostro Paese, alla luce della riforma costituzionale che in Italia ci accingiamo a votare attraverso il referendum. L’esperienza americana dimostra come sia una sfida possibile far coesistere differenti poteri e competenze tra livello centrale e locale e come questo fattore non venga letto come un problema, ma come un valore aggiunto. Eliminare le competenze concorrenti tra Regioni e Stato è una semplificazione forzata che non genera utilità e, nel sistema americano, questa coesistenza è superata e accettata senza alcun problema”.

Prima dell’incontro alla Casa Bianca, la delegazione italiana è stata ricevuta dai direttori dell’Ufficio di Bilancio del Congresso (CBO), che ha il compito di supportare attraverso analisi e proiezioni economiche l’attività del Congresso, dalla Direttrice del Servizio di ricerca del Congresso (CRS) Mary Mazanec, organismo che fornisce supporto tecnico-giuridico alle Commissioni e dal Direttore generale del Government Accountability Office (Gao) e da Eugene Dodaro a capo dell’agenzia che si occupa di analisi delle politiche e controlla come il governo federale impiega le risorse dei contribuenti.
“Negli Stati Uniti – ha concluso Cattaneo – viene messa al centro una lettura indipendente basata sulla valutazione delle politiche e delle performance a partire da un’analisi scientifica affidata ad organi specifici. È un modello che dimostra di funzionare, perché solo attraverso un esame dell’efficacia delle leggi e degli strumenti è possibile capire se la politica è capace di rispondere ai bisogni dei cittadini”.
Agli incontri a Washington ha partecipato anche il presidente della Conferenza delle assemblee legislative italiane e Presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia Franco Iacop.

 

Tag:

Leggi anche:

  • Giornata Mondiale Ambiente, Cattaneo “in 10 anni la raccolta della plastica aumentata del 33%”

    “La sostenibilità e la custodia dell’ambiente sono gli obiettivi del millennio. Con politiche mirate e attraverso l’impegno di ciascuno dovremo invertire la rotta anche per quanto riguarda la produzione dei rifiuti e intervenire in maniera decisa per cercare di recuperare tutte
  • Lombardia su ACCAM “Nessun pregiudizio su chiusura, ma occorre ascoltare tutte le parti”

    L’assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia, Claudia Maria Terzi, assieme a Raffaele Cattaneo, hanno ricevuto, su loro richiesta, i comitati Ecologico inceneritore ambiente Borsano, Rifiuti zero Busto Arsizio, Ecoistituto del Ticino per ascoltare il loro punto di vista
  • Trenord, quando a viaggiare sono i consiglieri

    Non bastano i presidi e le continue polemiche sollevate ogni giorno dai pendolarli che affidano ore e ore di viaggio al servizio Trenord per recarsi al lavoro; le polemiche vengono quasi sempre ignorate dalla società, ma se a lamentarsi sono i “vip” politici sembra tutta un’altra storia. La
  • Pedemontana dice NO al pedaggio gratis

    La nuova decisione va contro le ultime dichiarazioni dell’ex governatore della Lombardia Roberto Maroni, che in passato aveva promesso la totale gratuità della strada e con lui successivamente si era aggiunto anche Attilio Fontana, ora a capo della regione Lombardia, che aveva promesso questo