L’energia Della Parola, conferenza a cura di Claudia Columbro

Organizzata da "La Donna Del Terzo Millennio", la conferenza si terrà mercoledì 21 marzo alle ore 20:30 a Villa Cagnola (Gazzada)

12 febbraio 2018
Guarda anche: Eventi

La Parola è il potere più grande che un individuo possiede, pertanto tutti noi siamo dotati di questo meraviglioso strumento e per questo, imparando ad utilizzarlo, possiamo davvero condizionare se non addirittura cambiare in maniera positiva la nostra giornata, i nostri rapporti con gli altri, ma soprattutto il nostro modo di comunicare con noi stessi.

La parola è un suono e come tale, attraverso le sue vibrazioni, ha il potere di muovere e modificare la materia, ecco perché tutti noi abbiamo una grande responsabilità ogni volta che parliamo, perché ogni parola ha conseguenze, cioè determina una causa, perciò: Attento a quello che dici come afferma la Legge dell’Attrazione, i pensieri e le emozioni creano e attraggono le esperienze della realtà di ognuno.
Ci sono alcune parole che possono cambiare positivamente lo stato del corpo e della mente, queste parole sono dette “Parole evocatrici” perché evocano, appunto, delle qualità che ognuno di noi ha in sé, ma che talvolta rimangono sopite dentro di noi proprio perché si sottovaluta ancora molto l’influenza del nostro linguaggio, e dei nostri pensieri, sulla realtà che ci circonda ed anche sulla nostra realtà emotiva più intima.
La parola è un dispositivo unico nel suo genere. Più potente di una bacchetta magica, la parola è, infatti, il più potente mezzo che abbiamo a nostra disposizione! Sembra quasi impossibile che una cosa sulla quale spesso sorvoliamo e che ignoriamo sia uno degli strumenti più potenti, eppure se guardiamo un attimo al mondo intorno a noi, tutte le difficoltà, i conflitti, le guerre, tutto questo è anche il risultato di un uso distorto della parola.

Ma perché la parola è così potente?

Sappiamo davvero fino a che punto le parole che diciamo, pensiamo, leggiamo e pensiamo condizionano la nostra realtà quotidiana? Il tema su cui riflettere è quello della responsabilità, cioè acquisire sempre più consapevolezza dell’energia che ogni parola ha in sé e dell’impatto che hanno i suoni, le vibrazioni, le frequenze ed i significati simbolici delle parole che molto spesso pronunciamo senza renderci veramente conto del potere e delle conseguenze che queste hanno in sé.
Mi piace definire le parole come fossero gli “abiti dei pensieri” da scegliere ogni volta con cura, con quella delicata attenzione che ognuno di noi dovrebbe rivolgere a sé stesso per poter migliorare la propria vita, sentendosi più a suo agio nel mondo, avendo sempre la possibilità di tirare fuori dalla tasca la parola giusta, così come si tira fuori dall’armadio l’abito più indicato nel momento in cui ne abbiamo bisogno.

Durante la conferenza verranno illustrate alcune modalità di utilizzo della parola come strumento per migliorare la nostra quotidianità.

Claudia Columbro

Tag:

Leggi anche:

  • Gazzada, scontro frontale tra due vetture

    Venerdì 3 agosto, alle ore 15:30 i vigili del fuoco sono intervenuti nel comune di Gazzada Schianno (Va), sulla SP 57 per incidente stradale. Per cause ancora in fase di accertamento due autovetture si sono scontrate frontalmente. I vigili del fuoco intervenuti con un’autopompa hanno messo
  • Gazzada, Manifestazione antifascista contro la sindaca Bertuletti

    La prima cittadina, già in passato al centro di polemiche simili, ha infatti permesso alla suddetta associazione, coinvolta in diversi procedimenti giudiziari, di tenere nella sala consiliare una conferenza revisionista e anti partigiana. Partiti, sindacati, associazioni e movimenti
  • Liberi E Uguali “Rigurgiti fascisti in provincia di Varese”

    “Il Coordinamento di LEU della Provincia di Varese invita il prefetto a richiamare la sindaca di Gazzada Bertuletti al rispetto della Costituzione e delle leggi della Repubblica italiana che vietano la ricostituzione del Pnf e l’apologia del fascismo affinché intervenga nei confronti del
  • Giustizia per Pamela, striscioni di CasaPound in tutta la provincia

     “Giustizia per Pamela”: questo lo striscione affisso nella notte in più di cento città italiane (tra cui Gazzada, Busto Arsizio e Laveno) dai militanti di CasaPound Italia, che hanno voluto lanciare un chiaro messaggio di solidarietà alla famiglia di Pamela Mastropietro, dopo le