Le reliquie dei Re Magi passarono da Varese. E nacque la storia del Cammello di pasta sfoglia

Un segnalibro che verrà regalato dal Comune per conoscere la storia del dolce di pasta sfoglia

05 gennaio 2016
Guarda anche: Cultura Musica SpettacoloVarese Città
Cammello

La storia del cammello di pasta sfoglia, il dolce preferito dai varesini per l’Epifania, raccontata in un segnalibro. L’assessorato al Marketing territoriale ha realizzato i segnalibro e li ha distribuiti alle pasticcerie e panifici della città: chi acquista il cammello “potrà scoprirne così l’origine e la tradizione tutta varesina”, come spiega l’assessore Sergio Ghiringhelli.

Il testo

Il 6 gennaio è il giorno dei Re Magi: astronomi e sacerdoti  che, secondo il Vangelo di  Matteo, seguendo “l’astro”  giunsero a Gerusalemme per adorare Gesù. Nel “Vangelo armeno  dell’infanzia”, apocrifo, sono chiamati Gaspare, Melchiorre e Baldassarre, portano  in dono oro, prerogativa  dei Re, incenso, l’aroma per  gli Dei e mirra, sostanza  dell’incorruttibilità.  Si spostavano con cavallo, cammello e elefante, simboli dell’Europa, dell’Africa e dell’Asia. Le vesti dei Magi  richiamano il cammino della coscienza umana verso la  consapevolezza e il cammino del sole: il bianco dell’aurora,  il rosso del pomeriggio e il  nero della notte.
La leggenda ci ricorda che  dal Varesotto passarono,  secondo novelle locali, le  reliquie dei Magi, rubate dal  Barbarossa nella chiesa di  Sant’Eustorgio Milano e da  lui donate all’arcivescovo di  Colonia. Sui cammelli, i varesini hanno creato un dolce  dall’origine misteriosa: la
forma deriverebbe dalla  cavalcatura più conosciuta  dei Re Magi e potrebbe  essere la versione nobile  di un dolce più antico e popolare, di frolla o di pane.  Che la leggenda sia verità o  fantasia, la presenza delle  reliquie fece galoppare  l’immaginazione. Non si  sa dare confini precisi al “territorio del cammello”,  ma si sa che nelle pasticcerie fuori Varese è difficile  trovarlo. Pur esistendone  molte varianti, quello  “liscio” rimane il classico  per eccellenza.

 

Tag:

Leggi anche:

  • A cavallo tra le rocce lunari, e su astronavi fai da te

    Quante ne sono state dette sulla terra e sulla luna, sabato 18 ottobre a Busto Arsizio se ne vedranno delle belle sull’argomento. Appuntamento dalle 10 alle 16 al maneggio La Bastide in via Samarate, 150. Si farà una gimkana a cavallo tra modelli di rocce lunari, si costruirà un’astronave
  • Conferimento Ufficiale del Titolo Comune Europeo dello Sport 2019 alla Città di Sesto Calende

    Un lunedì pieno di emozioni ed entusiasmo è stato lo scorso 30 ottobre presso la sala d’onore del CONI a Roma per Simone PINTORI (Consigliere Comunale Delegato allo Sport) Danila DE CANDIDO (Consigliere Comunale Delegato ai Bandi) Andrea SCANDOLA (Rappresentante della Pro Sesto) Daniele
  • Cinque mastini della Pallanuoto Banco BPM Sport Management convocati in Nazionale

    Saranno ben cinque gli atleti della Pallanuoto Banco BPM Sport Management che dal 29 ottobre all’1 novembre 2017 si ritroveranno al Centro Federale di Ostia per il raduno collegiale della Nazionale Italiana. Il Commissario Tecnico Alessandro Campagna radunerà gli azzurri per quattro giorni di
  • Definiti gli accoppiamenti dei quarti di finale di Len Euro Cup

    Sorteggiati oggi gli accoppiamenti dei quarti di finale di Len Euro Cup, con la Pallanuoto Banco BPM Sport Management che ha conosciuto il nome della sua avversaria: la Stella Rossa Belgrado. La formazione guidata da mister Marco Baldineti dunque sfiderà la compagine serba (vincitrice