Le reliquie dei Re Magi passarono da Varese. E nacque la storia del Cammello di pasta sfoglia

Un segnalibro che verrà regalato dal Comune per conoscere la storia del dolce di pasta sfoglia

05 gennaio 2016
Guarda anche: Cultura Musica SpettacoloVarese Città
Cammello

La storia del cammello di pasta sfoglia, il dolce preferito dai varesini per l’Epifania, raccontata in un segnalibro. L’assessorato al Marketing territoriale ha realizzato i segnalibro e li ha distribuiti alle pasticcerie e panifici della città: chi acquista il cammello “potrà scoprirne così l’origine e la tradizione tutta varesina”, come spiega l’assessore Sergio Ghiringhelli.

Il testo

Il 6 gennaio è il giorno dei Re Magi: astronomi e sacerdoti  che, secondo il Vangelo di  Matteo, seguendo “l’astro”  giunsero a Gerusalemme per adorare Gesù. Nel “Vangelo armeno  dell’infanzia”, apocrifo, sono chiamati Gaspare, Melchiorre e Baldassarre, portano  in dono oro, prerogativa  dei Re, incenso, l’aroma per  gli Dei e mirra, sostanza  dell’incorruttibilità.  Si spostavano con cavallo, cammello e elefante, simboli dell’Europa, dell’Africa e dell’Asia. Le vesti dei Magi  richiamano il cammino della coscienza umana verso la  consapevolezza e il cammino del sole: il bianco dell’aurora,  il rosso del pomeriggio e il  nero della notte.
La leggenda ci ricorda che  dal Varesotto passarono,  secondo novelle locali, le  reliquie dei Magi, rubate dal  Barbarossa nella chiesa di  Sant’Eustorgio Milano e da  lui donate all’arcivescovo di  Colonia. Sui cammelli, i varesini hanno creato un dolce  dall’origine misteriosa: la
forma deriverebbe dalla  cavalcatura più conosciuta  dei Re Magi e potrebbe  essere la versione nobile  di un dolce più antico e popolare, di frolla o di pane.  Che la leggenda sia verità o  fantasia, la presenza delle  reliquie fece galoppare  l’immaginazione. Non si  sa dare confini precisi al “territorio del cammello”,  ma si sa che nelle pasticcerie fuori Varese è difficile  trovarlo. Pur esistendone  molte varianti, quello  “liscio” rimane il classico  per eccellenza.

 

Tag:

Leggi anche:

  • Il giovane portiere azzurro Gianmarco Nicosia è un giocatore della Pallanuoto BPM Sport Management

    L’ex tesserato della Roma Vis Nova arriva alla corte del Presidente Sergio Tosi a conferma dell’opera di ringiovanimento della squadra e di un progetto tecnico rivolto al presente e che guarda con ambizioni al futuro. Da domenica Gianmarco Nicosia sarà dunque a Busto Arsizio per fare la
  • Eolo Campo dei Fiori Trail, sabato 23 settembre a Gavirate

    L’evento organizzato dalla 100% Animatrail  è in programma per tutta la giornata di sabato 23 settembre. Con il sostegno di Varese Sport Commission e Atletica Gavirate, a tutti i partecipanti verrà offerta la possibilità di scegliere tra una delle cinque gare proposte, tre agonistiche, una
  • Giro del Lago di Varese, domenica 24 settembre

    Domenica 24 settembre, con il patrocinio del Comune di Varese, Africa&Sport, Sestero Onlus e Veloclub Sommese, la Gam Whirlpool e Polha Varese hanno organizzato un doppio appuntamento sportivo: Il giro del lago di Varese e Tre ruote intorno al lavoro. Un doppio appuntamento sportivo, una gara
  • Tra borghi e vigneti sulla Via dei Terrazzamenti

    La Via dei Terrazzamenti è un percorso suggestivo che si sviluppa per 70 chilometri da Morbegno a Tirano attraverso borghi, boschi e vigne che si trovano sul versante retico della Valtellina. Durante la nostra gita ne percorreremo un tratto tra i più caratteristici di circa 15 chilometri da