Le dimissioni di Matteo Renzi “Occorre voltare pagina”

I seggi si sono chiusi, il PD ha perso alle politiche e sono arrivate puntualissime le dimissioni di Matteo Renzi. Il suo commento “Lascio la guida del partito”

06 Marzo 2018
Guarda anche: ItaliaPolitica

Matteo Renzi si dimette, lascia la guida del partito democratico che nelle ultime elezioni politiche ha perso. Un risultato quello della sinistra che ha costretto il suo leader a dare le dimissioni. A pochi giorni dal voto ecco il commento, l’ultimo, di Matteo Renzi in seguito alla decisione degli italiani.

“Le elezioni sono finite, il PD ha perso, occorre voltare pagina. Per questo lascio la guida del partito. 
Non capisco le polemiche interne di queste ore. 
Ancora litigare? Ancora attaccare me? 
Nei prossimi anni il PD dovrà stare all’opposizione degli estremisti. Cinque Stelle e Destre ci hanno insultato per anni e rappresentano l’opposto dei nostri valori. Sono anti europeisti, anti politici, hanno usato un linguaggio di odio. Ci hanno detto che siamo corrotti, mafiosi, collusi e che abbiamo le mani sporche di sangue per l’immigrazione: non credo che abbiano cambiato idea all’improvviso.
Facciano loro il Governo se ci riescono, noi stiamo fuori.
Per me il PD deve stare dove l’hanno messo i cittadini: all’opposizione. Se qualcuno del nostro partito la pensa diversamente, lo dica in direzione lunedì prossimo o nei gruppi parlamentari.
Senza astio, senza insulti, senza polemiche: chi vuole portare il PD a sostenere le destre o il Cinque Stelle lo dica. Personalmente penso che sarebbe un clamoroso e tragico errore. Ma quei dirigenti che chiedono collegialità hanno i luoghi e gli spazi per discutere democraticamente di tutto.
Quanto a me. Leggo di tutto, ancora una volta.
Qualcuno dice che le dimissioni sarebbero una finta, qualcuno che starei per andare in settimana bianca. Le dimissioni sono vere, la notizia falsa.
Mi stupisce che certe cose diventino l’apertura dei siti, emozionino le redazioni, intrighino i giornali. Parlare di me – ancora – è inspiegabile. Sono altri, adesso, a guidare il Paese: occupatevi di loro, amici dell’informazione.
Io ho già detto cosa farò: il parlamentare semplice, cercando di rappresentare al meglio quei cittadini che mi hanno onorato della loro fiducia e tenendomi in contatto con le tante esperienze belle che vivono nella nostra società.
Lo farò con il sorriso e lo farò con la consapevolezza di dover dire solo grazie per questi anni bellissimi: nessuno ci porterà via i risultati straordinari raggiunti. E cercherò di fare del mio meglio per il mio Paese anche dall’opposizione.
Basta polemiche, viva l’Italia.
E buona giornata a tutti.”

Tag:

Leggi anche:

  • Lega in festa a Biandronno

      La politica nazionale e regionale protagoniste a Biandronno, nella serata di sabato, in occasione della tradizionale cena di Natale della Sezione della Lega di Biandronno-Cazzago Brabbia-Ternate. Ospiti d’onore, invitati dal Segretario cittadino leghista Paola Miola, il Sottosegretario
  • Europa, Cdr approva all’unanimità il parere sul “Corpo europeo di solidarietà”.

      Approvato all’unanimità dal Comitato delle Regioni, riunito oggi in seduta plenaria a Bruxelles, il parere sul “Corpo europeo di solidarietà”, che ha visto come relatore l’On. Matteo Bianchi, Deputato al Parlamento italiano e membro del CdR. Nel suo parere sulla
  • Orizzonte Ideale pronta per le amministrative 2019

    Con l’avvicinarsi delle elezioni amministrative del 2019 anche la nostra associazione politico culturale si sta organizzando. L’idea è quella di allargare la platea di amministratori locali che possano portare avanti i nostri ideali di identità, comunità, responsabilità e servizio. Il 2018
  • Varese, Carlotta Calemme si dimette dal consiglio comunale

    La lettera di dimissioni è arrivata sulla scrivania del sindaco nella mattinata di mercoledì 14 novembre. Carlotta Calemme, la più giovane eletta a Varese nelle passate elezioni, annuncia il suo addio alla politica della città. La spiegazione di questa decisione è stata scritta in una lungo