La Pallanuoto Banco Bpm Sport Management passa il turno di Len Euro Cup

Torna al successo la Pallanuoto Banco BPM Sport Management che schiaccia senza troppi problemi i tedeschi dell’OSC Potsdam superati 17-6

02 ottobre 2017
Guarda anche: Busto ArsizioSport

Una vittoria che vale la matematica qualificazione al turno successivo di Len Euro Cup. Passaggio del turno conquistato con due gare d’anticipo rispetto alla fine del girone a sette di scena in questi giorni a Busto Arsizio e che si chiuderà domenica.

Partenza sprint della Pallanuoto Banco PBM Sport Management che con gli azzurri Figlioli e Gallo si porta subito al comando delle operazioni poi ci pensa il centroboa Baraldi a infilare due volte la difesa avversaria per il 5-1 dei fine primo tempo. Nel secondo tempo i padroni di casa continuano a viaggiare a velocità doppia rispetto ai tedeschi con il parziale dei mastini che si gonfia fino al 7-0 che significa 9-1, prima del gol realizzato da Popp che rompe l’egemonia casalinga fissando il risultato del secondo tempo sul 10-2. Secondo e terzo tempo sono una pura formalità con la Pallanuoto Banco BPM Sport Management che chiude in scioltezza centrando il terzo successo in quattro partite. Domani il big match contro lo FTC Budapest che, di fatto, assegnerà il primo posto nel girone.

“Noi abbiamo la possibilità di vincere – commenta mister Marco Baldineti – anche se loro sono una squadra di altissimo livello. Parliamo comunque di una squadra che ha 5 medaglie olimpiche ed è fortissima. Mi aspetto una buona partita e mi aspetto di vincere”,

La partita di domani sera (il via alle ore 20.30) contro gli ungheresi sarà in diretta streaming sulla pagina www.facebook.com/pallanuotosportmanagement. Nelle altre gare giocate oggi vittoria per 18-7 del Pays D’Aix Natation sullo ZPC Amersfoort e dello FTC Budapest che batte 8-5 lo Jadran Split.

BANCO BPM SPORT MANAGEMENT 17
OSC POTSDAM 6
PARZIALI: 5-1; 5-1; 3-1; 4-3.

BANCO BPM SPORT MANAGEMENT: Lazovic (P), Di Somma 1, Blary, Figlioli 2, Fondelli 1, Petkovic 3, Drasovic 1, Gallo 1, Mirarchi 1, Luongo 5, Baraldi 2, Valentino, Nicosia (P). All.: Marco Baldineti.
OSC POTSDAM: Kolesko (P), Sturz, Kossler, Popp 1, Meirs, Korbel, Cerniar 2, Sagau, Lu Meo, Dufour 1, Schulz 1, Zech 1, Langer. All.: Alexander Tchigir.
ARBITRI: Ortega (Spa), Goncharov (Ucr).
SUPERIORITA’: Banco BPM Sport Management 1/7; Osc Potsdam 2/7.
NOTE:. uscito per limite di falli nel 4° tempo Valentino (S); Zech (P). SPETTATORI: 87.

Classifica: Pallanuoto Banco BPM Sport Management 10, FTC Budapest 9, Pays D’Aix Natation 9, Jadran Split 7, Potsdam 0, Montpellier 0, Amersfoort 0.

Tag:

Leggi anche:

  • La Pallanuoto Banco BPM Sport Management sfida il CN Marsiglia

    È tutto pronto per la partita d’andata della semifinale di Len Euro Cup che domani alle ore 20.00 vedrà la Pallanuoto Banco BPM Sport Management ospite nella vasca dei francesi del CN Marsiglia. Non sarà una sfida facile per il sette di mister Marco Baldineti che andrà ad affrontare la
  • Due italiani sul podio della Coppa del Mondo di parapendio

    Il pilota Nicola Donini si è classificato secondo alla finale mondiale disputata a Roldanillo in Colombia e vinta dallo svizzero Michael Siegel. Il successo italiano è consolidato dal terzo posto di Joachim Oberhauser di Termeno (Bolzano). Eccellenti le prestazioni di Donini, ventiduenne di
  • Il Canottaggio mondiale ritorna a Varese con la Coppa del Mondo 2020

    Il Direttore Esecutivo della FISA Matt Smith ha informato il Presidente Federale Giuseppe Abbagnale che il Consiglio FISA, la Federazione Internazionale del canottaggio, riunitosi a Londra lo scorso week-end, ha assegnato a Varese la 2^ Coppa del Mondo in programma dal 1° al 3 Maggio 2020. Sempre
  • Pallanuoto Banco BPM Sport Management in trasferta contro la Rari Nantes Savona

    Tornerà in acqua sabato 20 gennaio alle ore 18.00 la Pallanuoto Banco BPM Sport Management che chiuderà il girone d’andata del campionato di serie A1 maschile con la sfida sul campo della Rari Nantes Savona. Una partita da prendere con le dovute cautele, perché dall’altra parte la formazione