La Lega: “L’Asl controlli le condizioni igieniche degli alloggi degli immigrati”

Il segretario provinciale Matteo Bianchi chiede inoltre ai cittadini di segnalare possibili situazioni problematiche

20 giugno 2015
Guarda anche: Varese Città
Lega

La Lega di Varese chiede di verificare le condizioni igienico-sanitarie degli alloggi dei profughi. È la presa di posizione della segreteria provinciale lumbard. 

“Preso atto che le Prefetture, per volere del Ministero dell’Interno, gestiscono l’emergenza sugli arrivi degli immigrati clandestini senza comunicare preventivamente e successivamente un quadro complessivo – nemmeno a Regione Lombardia – di dove vengono alloggiate queste persone, e’ palese la preoccupazione dei Sindaci e la rabbia dei cittadini – attacca Matteo Bianchi, segretario provinciale della Lega Nord –  gli amministratori della Lega Nord non metteranno mai a disposizione alloggi comunali per ospitare gli immigrati che il Ministro Alfano sta distribuendo sui territori.
Tuttavia risultano esserci, sparse a macchia di leopardo per la provincia, strutture di proprietà privata che – autonomamente e all’occorrenza – si propongono per far fronte alle richieste della Prefettura”.

“Come ci insegna l’ultimo caso di Casorate Sempione, tali strutture, magari fatiscenti e magari segnalate solo per lucro, sono carenti dei requisiti minimi igienico-sanitari!
I Sindaci leghisti, non potendo interagire su un accordo tra Prefettura e Privato, chiederanno il coinvolgimento dell’ASL competente per verificare che gli alloggi siano idonei a ricevere persone.
Faremo tutto quanto in nostro possesso per tutelare i cittadini da queste prevaricazioni dello Stato che, incapace di gestire una emergenza, la scarica sulle nostre comunità.
Invitiamo inoltre i cittadini stessi a segnalare direttamente all’ASL (p.c. a Regione Lombardia) casi di condizioni precarie igieniche-sanitarie su abitazioni popolate da immigrati (profughi nel politically correct).
La salute pubblica delle nostre comunità e’ un diritto che va preservato e non può essere accantonato in nome dell’ideologia immigrazionista e magari a favore di qualche privato che cerca di un affitto facile”.

Tag:

Leggi anche: