La Lega: “L’Asl controlli le condizioni igieniche degli alloggi degli immigrati”

Il segretario provinciale Matteo Bianchi chiede inoltre ai cittadini di segnalare possibili situazioni problematiche

20 giugno 2015
Guarda anche: Varese
Lega

La Lega di Varese chiede di verificare le condizioni igienico-sanitarie degli alloggi dei profughi. È la presa di posizione della segreteria provinciale lumbard. 

“Preso atto che le Prefetture, per volere del Ministero dell’Interno, gestiscono l’emergenza sugli arrivi degli immigrati clandestini senza comunicare preventivamente e successivamente un quadro complessivo – nemmeno a Regione Lombardia – di dove vengono alloggiate queste persone, e’ palese la preoccupazione dei Sindaci e la rabbia dei cittadini – attacca Matteo Bianchi, segretario provinciale della Lega Nord –  gli amministratori della Lega Nord non metteranno mai a disposizione alloggi comunali per ospitare gli immigrati che il Ministro Alfano sta distribuendo sui territori.
Tuttavia risultano esserci, sparse a macchia di leopardo per la provincia, strutture di proprietà privata che – autonomamente e all’occorrenza – si propongono per far fronte alle richieste della Prefettura”.

“Come ci insegna l’ultimo caso di Casorate Sempione, tali strutture, magari fatiscenti e magari segnalate solo per lucro, sono carenti dei requisiti minimi igienico-sanitari!
I Sindaci leghisti, non potendo interagire su un accordo tra Prefettura e Privato, chiederanno il coinvolgimento dell’ASL competente per verificare che gli alloggi siano idonei a ricevere persone.
Faremo tutto quanto in nostro possesso per tutelare i cittadini da queste prevaricazioni dello Stato che, incapace di gestire una emergenza, la scarica sulle nostre comunità.
Invitiamo inoltre i cittadini stessi a segnalare direttamente all’ASL (p.c. a Regione Lombardia) casi di condizioni precarie igieniche-sanitarie su abitazioni popolate da immigrati (profughi nel politically correct).
La salute pubblica delle nostre comunità e’ un diritto che va preservato e non può essere accantonato in nome dell’ideologia immigrazionista e magari a favore di qualche privato che cerca di un affitto facile”.

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto: la BPM Sport Management a Roma contro l’insidia Lazio

    Dopo le fatiche di Coppa torna il Campionato. Messo in cassaforte il risultato del match di andata (12-10 / ritorno in programma sabato 18 febbraio), domani la BPM Sport Management sarà a Roma dove, alla Piscina del Foro Italico, sfiderà la SS Lazio Nuoto per la 12ª giornata del Campionato di
  • Un campione olimpico a Varese: Jury Chechi

    Il sindaco di Varese Davide Galimberti, il vicesindaco Daniele Zanzi e il presidente del Consiglio comunale hanno incontrato questa mattina a Palazzo Estense il campione olimpico Jury Chechi. Il famoso ginnasta sta trascorrendo qualche giorno a Varese, città in cui da atleta si è allenato per
  • Euro Cup, semifinale: alla BPM Sport Management il primo round contro l’Oradea

    Grande spettacolo in vasca alle Piscine Manara. Nell’andata della semifinale di Euro Cup, la BPM Sport Management batte 12-10 (3-4, 3-4, 2-1, 4-1) il CSM Digi Oradea, rimontando nel quarto tempo lo svantaggio maturato nella prima parte di gara . Nell’altro match lo Jadran Carine Herceg Novi
  • Sabato 21 gennaio a San Vittore Olona va in scena la Cinque Mulini Studentesca

    È in programma sabato 21 gennaio a San Vittore Olona l’edizione numero 22 della Cinque Mulini Studentesca. Alla corsa campestre, che anticipa di un giorno la tradizionale e prestigiosa Cinque Mulini, sono attesi più di mille studenti delle scuole dell’Alto Milanese. L’iniziativa,