Incendia la porta di casa del padre: 30 mesi di domiciliari

Condanna lieve per un trentaduenne autore del clamoroso gesto

11 novembre 2015
Guarda anche: Tradate
Incendio 6

 

Nell’ottobre 2014 destò scalpore il caso di un trentaduenne tradatese che incendiò la porta della casa di sua papà, come “punizione” per essersi separato da sua madre.

La separazione, avvenuta tre anni prima, aveva portato la donna a tornare a vivere a Oleggio, mentre il padre 58enne aveva mantenuto la casa di Tradate. Il gesto clamoroso costò al giovane le accuse di tentato omicidio, lesioni aggravate, minacce, danneggiamento e molestie: ieri, tuttavia, il giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Varese ha deciso per una pena di soli due anni e mezzo, da scontare ai domiciliari dove già si trova.
Dietro alla decisione, il sincero pentimento dell’imputato e il perdono concesso dal genitore.

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare