Immigrazione e sicurezza, “bagarre” in aula. La Lega non fa parlare Ncd

Dopo l'aggressione alla Polizia, da parte di un gruppo di stranieri, in consiglio comunaale il tema ha tenuto banco in consiglio comunale. Scontro tra Carroccio e democratici. ''Il governo non manda via gli immigrati irregolari''. ''La legga sull'immigrazione è ancora la Bossi-Fini''

30 marzo 2015
Guarda anche: PoliticaVarese Città
Partiti

Duro scontro in consiglio comunale tra Lega, e Ncd Pd sulla sicurezza. E soprattutto sull’immigrazione. La discussione della serata di lunedì si è concentrata sull’aggressione alla Polizia, avvenuta mercoledì sera in vie Medaglie d’oro, da parte di un gruppo di immigrati. E su questo c’è stato il botta e risposta tra il consigliere comunale del Carroccio Roberto Sasso e il capogruppo del Pd Fabrizio Mirabelli.

“L’esercito si rende necessario perché non c’è uno Stato serio che manda via gli immigrati irregolari – ha detto con enfasi Sasso – chi si è reso autore di quell’aggressione non è stato un gruppo di varesini, ma un gruppo di immigrati. Chiamiamo le cose con il loro nome. Se il governo non è in grado di tutelarci, occorre pensare ad altre misure“.

E la replica di Mirabelli: “Se non sbaglio la legge sull’immigrazione si chiama ancora Bossi-Fini. Ora, capisco che Bossi non sia più in auge nella Lega… ma la Lega non può rinnegare che la legge sia la loro”.

Ma le “scintille” sono scoppiate quando ha preso la parole il consigliere comunale di Ncd Stefano Crespi, sottolineando, nei confronti di consiglieri di maggioranza, tra cui Sasso e i forzisti Piero Galparoli e Giacomo Cosentino, come “bisogna innanzitutto conoscere bene i fatti, ovvero che ad essere aggredito è stato un agente della Polizia di Stato“.

Non ha fatto in tempo a continuare che dai banchi della Lega gli hanno urlato addosso, dicendogli di “vergognarsi”. Il presidente del consiglio comunale Roberto Puricelli ha richiamato i consiglieri all’ordine, ma la bagarre è andata avanti per qualche minuto.

Non è possibile che parliamo di sicurezza e non siamo in grado di discutere in ordine” ha sbottato Puricelli.

Alla fine la situazione si è normalizzata. Ma la tensione è rimasta alta.

 

Tag:

Leggi anche:

  • Sicurezza Strade, 3milioni di euro ai comuni

    Uno stanziamento di 3 milioni di euro destinato ai piccoli Comuni per la messa in sicurezza delle strade. Lo prevede la delibera approvata dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi, a seguito di un emendamento
  • Varese: CasaPound “sigilla” il Parco di Villa Recalcati per stigmatizzare carenze di sicurezza

    Hanno recintato l’area con il classico nastro da cantiere bianco e rosso e affisso volantini che riportano, in bella vista, il simbolo di pericolo. Questo il gesto provocatorio con cui i militanti di CasaPound hanno voluto denunciare lo stato di colpevole abbandono in cui versa l’area
  • Regione Lombardia aiuta le piste ciclabili, 16 milioni a disposizioni

    Gli assessori regionali Riccardo De Corato (Sicurezza, Polizia Locale e Immigrazione) e Raffaele Cattaneo (Ambiente e Clima) hanno presentato oggi, in una conferenza stampa a Palazzo Lombardia, il bando per il miglioramento e la messa in sicurezza delle piste ciclabili in ambito urbano: oltre 3,6
  • Luvinate, dopo il fuoco si fanno i conti con i danni dell’acqua

    “Dopo il nubifragio della notte e sperando in qualche giorno di sole, stiamo facendo i conti dei danni e delle azioni da subito mettere in campo. I lavori di messa in sicurezza già finanziati con 600.000€ da Regione Lombardia diventano ora urgenti“. Così dichiara il Sindaco