Immigrazione e sicurezza, “bagarre” in aula. La Lega non fa parlare Ncd

Dopo l'aggressione alla Polizia, da parte di un gruppo di stranieri, in consiglio comunaale il tema ha tenuto banco in consiglio comunale. Scontro tra Carroccio e democratici. ''Il governo non manda via gli immigrati irregolari''. ''La legga sull'immigrazione è ancora la Bossi-Fini''

30 marzo 2015
Guarda anche: PoliticaVarese Città
Partiti

Duro scontro in consiglio comunale tra Lega, e Ncd Pd sulla sicurezza. E soprattutto sull’immigrazione. La discussione della serata di lunedì si è concentrata sull’aggressione alla Polizia, avvenuta mercoledì sera in vie Medaglie d’oro, da parte di un gruppo di immigrati. E su questo c’è stato il botta e risposta tra il consigliere comunale del Carroccio Roberto Sasso e il capogruppo del Pd Fabrizio Mirabelli.

“L’esercito si rende necessario perché non c’è uno Stato serio che manda via gli immigrati irregolari – ha detto con enfasi Sasso – chi si è reso autore di quell’aggressione non è stato un gruppo di varesini, ma un gruppo di immigrati. Chiamiamo le cose con il loro nome. Se il governo non è in grado di tutelarci, occorre pensare ad altre misure“.

E la replica di Mirabelli: “Se non sbaglio la legge sull’immigrazione si chiama ancora Bossi-Fini. Ora, capisco che Bossi non sia più in auge nella Lega… ma la Lega non può rinnegare che la legge sia la loro”.

Ma le “scintille” sono scoppiate quando ha preso la parole il consigliere comunale di Ncd Stefano Crespi, sottolineando, nei confronti di consiglieri di maggioranza, tra cui Sasso e i forzisti Piero Galparoli e Giacomo Cosentino, come “bisogna innanzitutto conoscere bene i fatti, ovvero che ad essere aggredito è stato un agente della Polizia di Stato“.

Non ha fatto in tempo a continuare che dai banchi della Lega gli hanno urlato addosso, dicendogli di “vergognarsi”. Il presidente del consiglio comunale Roberto Puricelli ha richiamato i consiglieri all’ordine, ma la bagarre è andata avanti per qualche minuto.

Non è possibile che parliamo di sicurezza e non siamo in grado di discutere in ordine” ha sbottato Puricelli.

Alla fine la situazione si è normalizzata. Ma la tensione è rimasta alta.

 

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto Banco BPM Sport Management di nuovo in vasca

    Tornerà in vasca sabato 16 dicembre, alle ore 15.45 la pallanuoto banco BPM Sport Management che, dopo aver centrato la qualificazione alle semifinali di Len Euro Cup grazie al successo contro la Stella Rossa Belgrado, sarà impegnata nella sfida esterna contro il Posillipo, nel match della
  • La Pallanuoto Banco BPM Sport Management pesca il CN Marsiglia

    Dall’urna del sorteggio delle semifinali di Len Euro Cup la Pallanuoto Banco BPM Sport Management pesca il CN Marsiglia guidata dal tecnico genovese Paolo Malara. Sarà sfida italo-francese nelle semifinali di Len Euro Cup per la Pallanuoto Banco BPM Sport Management, con la formazione guidata da
  • A Varese torna BABBO NATALE RUN 2017 – Limited Edition

    Torna la Babbo Natale Run 2017, organizzata da Rotaract Varese Verbano e Comune di Varese, nella giornata di domenica 17 dicembre. La corsa podistica NON competitiva più natalizia di Varese, pensata ed organizzata per famiglie, giovani e per chiunque abbia voglia di divertirsi nel periodo di
  • La Pallanuoto Banco BPM Sport Management domani in vasca

    Scenderà in vasca domani alle ore 19.30 alle piscine Manara di Busto Arsizio (VA) la Pallanuoto Banco BPM Sport Management impegnata nella gara di ritorno dei quarti di finale di Len Euro Cup contro la Stella Rossa Belgrado. All’andata in Serbia era stata la formazione guidata da mister Marco