Graffiti e vandalismi: prorogato il bando per richiedere i contributi

Il Comune ha spostato la scadenza per ottenere i fondi per pulire le pareti imbrattate al 31 maggio. A disposizione dei cittadini 25.000 euro in tutto

23 marzo 2015
Guarda anche: Varese Città
Bagnigiardini

Prorogato il bando per la richiesta di contributi per la pulizia dei graffiti. Il termine è fissato al 31 maggio.

Il bando pubblico è stato così aggiornato con la nuova data di scadenza per la presentazione delle domande (approvato con DD 154 del 13.3.2015).

Il  bando è stato portato avanti dall’assessore alla Tutela Ambientale, Riccardo Santinon, e consiste nello stanziamento di 25.000 euro per sostenere le spese dei cittadini che devono ripulire i muri imbrattati.

Tag:

Leggi anche:

  • Santinon rifiuta l’offerta del Sindaco per Natale dopo la “boiata della tassa di soggiorno ai turisti”

    Gentile Sindaco, Grazie per il suo invito, ma declino cordialmente. Mercoledì scorso avevo un barlume di speranza, l’incendio mi aveva ammorbidito nell’animo. Tant’è che quando ci siamo incontrati in Piazzale Pogliaghi, con fare sornione, chiedendomi con frasi di rito, se andava tutto bene,
  • Concorso writers street art terminato

    I vincitori del concorso sono: Fabrizio Sarti di Venegono Inferiore (Va) e Giacomo De Giorgi di Azzate (Va). TEMA: ARTICOLO 1 DELLA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL’UOMO – “TUTTI GLI ESSERI UMANI NASCONO LIBERI ED EGUALI IN DIGNITA’ E DIRITTI. ESSI SONO DOTATI DI RAGIONE E DI
  • Busto Arsizio, sabato 9 settembre la Marcia degli Italiani

    Nel pomeriggio di sabato 9 settembre Forza Nuova Provincia di Varese terrà un corteo a Busto Arsizio, ritrovo Piazzale dei Bersaglieri ore 17. Una manifestazione vertente sulla contrarietà del Movimento all’approvazione parlamentare dello IUS SOLI. Russo Federico, responsabile provinciale,
  • A Busto Arsizio carabinieri in azione fra controlli e arresti

    E’ stato beccato urinare in strada, alla vista di numerosi passanti bambini compresi, si è visto inflitta una sanzione amministrativa di euro 3.300, come da nuova formulazione del reato di atti contrari alla pubblica decenza: continua l’azione di prevenzione della Compagnia Carabinieri