Gli Arabi contro il nuovo iPhone X “Discrimina il velo”

A solo 48 ore dal lancio del nuovo iPhone, identificato con X per festeggiare i 10 anni dalla nascita dello smartphone, contro la Apple arrivano gli Arabi che parlano di discriminazione nel riconoscimento facciale

14 settembre 2017
Guarda anche: AttualitàMondo

Nel nuovo iPhone X sono tantissime le novità tra cui anche il Face ID: il sistema di riconoscimento facciale è forse la più grande innovazione di Apple, che come ha dichiarato anche Tim Cook durante la presentazione “Steve Jobs sarebbe fiero di questo lavoro”. Il successo in rete e i commenti positivi del nuovo smartphone sono stati tantissimi, eppure c’è chi critica proprio il Face ID definendo come discriminatorio nei confronti delle donne musulmane.

E’ questo il caso degli arabi che sostengono come questo meccanismo sia contro le donne musulmane che indossano il velo (niqab). Secondo i tanti utenti social che ora si stanno lamentando, questo meccanismo discriminerebbe le musulmane che, per rendere riconoscibile la faccia, dovrebbero togliere il velo e quindi andare contro le regole della loro religione. In rete a sostegno di questa polemica è nato anche l’hashtag #apple_bandisce_ilniqab (scritto in arabo).

Ma se la nuova funzione ha sollevato questa polemica, c’è anche chi definisce la stessa polemica contro Apple un’iniziativa totalmente idiota.

Tag:

Leggi anche:

  • Web e Fake News, un seminario sull’informaizone online

    Mercoledì 23 maggio dalle 10.00 alle 13.00 nell’aula Magna Granero Porati, via Dunant 3, si terrà il seminario “Web e fake news tra informazione, pubblicità e tutela dei diritti” organizzato dal Dipartimento di Diritto, Economia e Cultura dell’Università degli Studi dell’Insubria. Il
  • Malnate, il Centro del Riuso è online

    L’iniziativa che, grazie all’operato dei volontari di 5 associazioni del territorio, ha già un grande successo e viene promossa anche tramite i canali social, viene ora rilanciata grazie alla collaborazione con alcuni studenti del corso di laurea in Informatica dell’Università
  • Aggredita a Milano perchè porta il velo, la ragazza varesina denuncia su Facebook

    E’ accaduto tutto alla stazione di Milano Garibaldi, a bordo della linea verde, quando un uomo alle 8:17 della mattina del 6 aprile l’ha spinta contro le pareti del vagone e ha iniziato a insultarla. Il motivo? La giovane, Houda Latrech originaria del Marocco,  indossava il velo. La paura del
  • Truffa Ikea su Whatsapp: il finto buono sconto

    E’ l’ennesima truffa quella che da alcune ore sta girando per tutti i telefoni d’Italia attraverso uno dei servizi di messaggistica pi usati, ovvero WhatsApp. Il messaggio che arriva dai propri contatti riguarda la nota azienda di mobili Ikea; il messaggio che viene inoltrato di contatto