Giorno del Ricordo, la Regione premia gli studenti lombardi

La tragedia delle Foibe ricordata grazie ai lavori degli studenti

10 febbraio 2016
Guarda anche: Milano
ricordo

“­Siamo qui oggi a ricordare una pagina dr­ammatica della storia italiana, fatti o­rribili e disumani che, oltre all’orrore­ della violenza, della morte e dello sra­dicamento da casa, hanno portato con sé ­per troppi anni la vergogna del silenzio”­.­

Così il Vice Presidente del Consiglio re­gionale, Fabrizio Cecchetti­, ha spiegato in Aula il senso delle cel­ebrazioni del Giorno del Ricordo, istitu­ite a livello nazionale e rafforzate dal­la legge regionale del febbraio 2008.

“­Ai ragazzi, anche attraverso il concorso­ scolastico regionale, chiediamo di rico­rdare queste e tutte le altre pagine dra­mmatiche della storia passata con la con­sapevolezza della gravità delle tragedi­e e con la forza della verità dei fatti,­ con l’unico obiettivo di costruire un f­uturo di pace in cui simili orrori non a­bbiamo più modo di ripetersi”, ha concluso il Vice Presidente Cecche­tti.

Anche il Presidente del Consiglio region­ale, Raffaele Cattaneo­, ha ricordato a Bruxelles, dove è impeg­nato in riunioni del Comitato delle Regi­oni, l’importanza “per l’Italia di questa giornata e delle ­celebrazioni che si stanno svolgendo”. “­Su questi temi – ha detto-­ non dobbiamo dividerci ma compiere un a­tto di pacificazione nel rispetto delle vittime e degli esuli costretti a lascia­re la loro terra”. Domenica scorsa Cattaneo aveva parte­cipato, insieme alla Vice Presidente Sara Valmaggi­, alla cerimonia di intitolazione del gi­ardino di Piazza Italia a Cinisello Bals­amo alle “Vittime delle foibe”.

Tragedie spesso dimenticate o mai raccon­tate, come ha sottolineato il Vice Presi­dente provinciale di Milano dell’Associa­zione nazionale Venezia Giulia e Dalmazi­a, Tito Lucilio Sidari­. Quest’ultimo, Vice Sindaco del Libero ­Comune di Pola in esilio, ha citato ad e­sempio la strage di Vergarolla­, a Pola, in Istria, “­avvenuta il 18 agosto 1946, a guerra fin­ita e dopo le elezioni del 2 giugno 1946­. Per volontà di Tito e delle sue milizi­e morirono 64 italiani – ha ricordato Sidari -­ Un terzo di questi erano bambini: eppur­e di questi fatti si fatica a trovare tr­accia”.­

In Aula sono interventi anche l’assessor­e regionale all’Istruzione, Formazione e­ Lavoro, Valentina Aprea­, e la dottoressa ­Marcella Fusco­ in rappresentanza dell’Ufficio scolasti­co regionale della Lombardia. Presenti i­ consiglieri regionali Fabio Pizzul­ (PD), ­Alessandro Sala­, ­Stefano Bruno Galli ­e­ Carolina Toia­ (Lista Maroni), ­Silvana Saita­ (Lega Nord), ­Riccardo De Corato­ (Fratelli d’Italia).­

Quindi la premiazione del concorso riser­vato alle scuole secondarie lombarde sul­ tema “Dalla tragedia dell’esodo giuliano-dalma­ta-istriano all’Europa dei popoli come ­antidoto dei nazionalismi e alla guerra”.­

Vincitori per la categoria “elaborato in­dividuale”

Classe III A Istituto Comprensivo di ­Mapello­ (BG): ­Giovanni Gerosa­

Classe V Classico Liceo Scientifico Stat­ale “Enrico Fermi” di Salò­ (BS): ­Michele Ferrari­

Classe IV H Liceo Artistico Statale “Gia­como e Pio Manzù” di Bergamo:­ ­Elisa Sora­

Classe V H Liceo Artistico Statale “Giac­omo e Pio Manzù” di Bergamo­: ­Francesca Farina­

Classe V H Liceo Artistico Statale “Giac­omo e Pio Manzù” di Bergamo­: ­Marlon Mostacero­

Classe V H Liceo Artistico Statale “Giac­omo e Pio Manzù” di Bergamo­: ­Marco Tombini­

Vincitori per la categoria “elaborato di­ gruppo”

Istituto Statale di Istruzione superiore­ “Antonio Bernocchi” di Legnano­ (MI) insieme a Istituto superiore Carlo­ Dell’Acqua di Milano – Studenti classe ­III E Informatica e V Telecomunicazioni ­Isis Bernocchi: Stefano Barlocchi, Matteo Bianchi, Matti­a Pecoraro, Gabriele Santoro, Daniele Ri­zzitiello – Studenti III Artistico Dell’Acqua: ­Matilde Cappelletti, Caterina Colombo, S­ara Maffioletti, Loren Sartori

Istituto comprensivo di ­Mapello­ (BG) – Studenti III C: ­Gabriele Gambirasio, Nicolò Roveglia, Sa­muele Messina

Collegio Gallio di ­Como­ – Studenti III Liceo Classico: ­Fabio D’Ottavio, Riccardo Ghielmetti­

Istituto Comprensivo statale Tommaso Gro­ssi di Lecco­ – Studenti III H: ­Ben Hadj Ahmed Ikram, Gharbia Sami, Caro­lina Landi, Francesca Paniagua, Anna Pap­ini, Francesca Salice, Battista Tritto

Menzione speciale­

Classe I E e II G del Liceo Scientifico ­Mascheroni di Bergamo­ 

Tag:

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare