Giorno del Ricordo, la Regione premia gli studenti lombardi

La tragedia delle Foibe ricordata grazie ai lavori degli studenti

10 febbraio 2016
Guarda anche: Milano
ricordo

“­Siamo qui oggi a ricordare una pagina dr­ammatica della storia italiana, fatti o­rribili e disumani che, oltre all’orrore­ della violenza, della morte e dello sra­dicamento da casa, hanno portato con sé ­per troppi anni la vergogna del silenzio”­.­

Così il Vice Presidente del Consiglio re­gionale, Fabrizio Cecchetti­, ha spiegato in Aula il senso delle cel­ebrazioni del Giorno del Ricordo, istitu­ite a livello nazionale e rafforzate dal­la legge regionale del febbraio 2008.

“­Ai ragazzi, anche attraverso il concorso­ scolastico regionale, chiediamo di rico­rdare queste e tutte le altre pagine dra­mmatiche della storia passata con la con­sapevolezza della gravità delle tragedi­e e con la forza della verità dei fatti,­ con l’unico obiettivo di costruire un f­uturo di pace in cui simili orrori non a­bbiamo più modo di ripetersi”, ha concluso il Vice Presidente Cecche­tti.

Anche il Presidente del Consiglio region­ale, Raffaele Cattaneo­, ha ricordato a Bruxelles, dove è impeg­nato in riunioni del Comitato delle Regi­oni, l’importanza “per l’Italia di questa giornata e delle ­celebrazioni che si stanno svolgendo”. “­Su questi temi – ha detto-­ non dobbiamo dividerci ma compiere un a­tto di pacificazione nel rispetto delle vittime e degli esuli costretti a lascia­re la loro terra”. Domenica scorsa Cattaneo aveva parte­cipato, insieme alla Vice Presidente Sara Valmaggi­, alla cerimonia di intitolazione del gi­ardino di Piazza Italia a Cinisello Bals­amo alle “Vittime delle foibe”.

Tragedie spesso dimenticate o mai raccon­tate, come ha sottolineato il Vice Presi­dente provinciale di Milano dell’Associa­zione nazionale Venezia Giulia e Dalmazi­a, Tito Lucilio Sidari­. Quest’ultimo, Vice Sindaco del Libero ­Comune di Pola in esilio, ha citato ad e­sempio la strage di Vergarolla­, a Pola, in Istria, “­avvenuta il 18 agosto 1946, a guerra fin­ita e dopo le elezioni del 2 giugno 1946­. Per volontà di Tito e delle sue milizi­e morirono 64 italiani – ha ricordato Sidari -­ Un terzo di questi erano bambini: eppur­e di questi fatti si fatica a trovare tr­accia”.­

In Aula sono interventi anche l’assessor­e regionale all’Istruzione, Formazione e­ Lavoro, Valentina Aprea­, e la dottoressa ­Marcella Fusco­ in rappresentanza dell’Ufficio scolasti­co regionale della Lombardia. Presenti i­ consiglieri regionali Fabio Pizzul­ (PD), ­Alessandro Sala­, ­Stefano Bruno Galli ­e­ Carolina Toia­ (Lista Maroni), ­Silvana Saita­ (Lega Nord), ­Riccardo De Corato­ (Fratelli d’Italia).­

Quindi la premiazione del concorso riser­vato alle scuole secondarie lombarde sul­ tema “Dalla tragedia dell’esodo giuliano-dalma­ta-istriano all’Europa dei popoli come ­antidoto dei nazionalismi e alla guerra”.­

Vincitori per la categoria “elaborato in­dividuale”

Classe III A Istituto Comprensivo di ­Mapello­ (BG): ­Giovanni Gerosa­

Classe V Classico Liceo Scientifico Stat­ale “Enrico Fermi” di Salò­ (BS): ­Michele Ferrari­

Classe IV H Liceo Artistico Statale “Gia­como e Pio Manzù” di Bergamo:­ ­Elisa Sora­

Classe V H Liceo Artistico Statale “Giac­omo e Pio Manzù” di Bergamo­: ­Francesca Farina­

Classe V H Liceo Artistico Statale “Giac­omo e Pio Manzù” di Bergamo­: ­Marlon Mostacero­

Classe V H Liceo Artistico Statale “Giac­omo e Pio Manzù” di Bergamo­: ­Marco Tombini­

Vincitori per la categoria “elaborato di­ gruppo”

Istituto Statale di Istruzione superiore­ “Antonio Bernocchi” di Legnano­ (MI) insieme a Istituto superiore Carlo­ Dell’Acqua di Milano – Studenti classe ­III E Informatica e V Telecomunicazioni ­Isis Bernocchi: Stefano Barlocchi, Matteo Bianchi, Matti­a Pecoraro, Gabriele Santoro, Daniele Ri­zzitiello – Studenti III Artistico Dell’Acqua: ­Matilde Cappelletti, Caterina Colombo, S­ara Maffioletti, Loren Sartori

Istituto comprensivo di ­Mapello­ (BG) – Studenti III C: ­Gabriele Gambirasio, Nicolò Roveglia, Sa­muele Messina

Collegio Gallio di ­Como­ – Studenti III Liceo Classico: ­Fabio D’Ottavio, Riccardo Ghielmetti­

Istituto Comprensivo statale Tommaso Gro­ssi di Lecco­ – Studenti III H: ­Ben Hadj Ahmed Ikram, Gharbia Sami, Caro­lina Landi, Francesca Paniagua, Anna Pap­ini, Francesca Salice, Battista Tritto

Menzione speciale­

Classe I E e II G del Liceo Scientifico ­Mascheroni di Bergamo­ 

Tag:

Leggi anche:

  • La Sport Management pronta a gestire direttamente la sezione nuoto

    È pronta a nuotare da sola la Sport Management che al termine dell’attuale stagione agonistica chiuderà il progetto comune con il Team Nuoto Lombardia, per intraprendere un nuovo capitolo dell’avventura aziendale che vedrà la società del presidente Sergio Tosi sempre più protagonista
  • Pallanuoto – La BPM Sport Management si mette in mostra anche in nazionale

    Si toglie una bella soddisfazione il mastino della BPM Sport Management Stefano Luongo che vince la Coppa del Brasile. L’atleta, infatti, è in questi giorni in Sud America e recentemente ha issato al cielo, con il Botafogo, il trofeo più prestigioso della pallanuoto carioca, con Luongo che si
  • Presentazione della quinta edizione della gara podistica “Tra Ville e Giardini”

    Conferenza stampa Domani, mercoledì 14 giugno 2017, alle ore 12 in Sala Matrimoni del Comune di Varese Intervengono: Dino De Simone, assessore allo Sport del Comune di Varese Rinaldo Francesca, presidente Runner Varese Daniele Donati, presidente di Tincontro, associazione di volontariato ONLUS
  • Pokerissimo Italia al Liechtenstein, ma per la vetta non basta

    Tutto sommato è stato un bel 5 a 0 quello rifilato ieri sera dall’Italia del ct Ventura al Liechtenstein, ma a causa della differenza reti la nazionale azzurra continua a sostare in seconda posizione nella classifica del girone G. Davanti non può che esserci la Spagna, squadra che