Gazzada, Manifestazione antifascista contro la sindaca Bertuletti

Astuti con i Giovani democratici in piazza per protestare contro la concessione della sala comunale a un'associazione neofascista

13 giugno 2018
Guarda anche: Varese provincia

La prima cittadina, già in passato al centro di polemiche simili, ha infatti permesso alla suddetta associazione, coinvolta in diversi procedimenti giudiziari, di tenere nella sala consiliare una conferenza revisionista e anti partigiana.

Partiti, sindacati, associazioni e movimenti antifascisti  del territorio scendono quindi in piazza per manifestare il proprio sostegno ai valori della Resistenza e della Costituzione, attraverso una manifestazione aperta a tutti i cittadini che intendono dare il loro appoggio alla causa.

Tag:

Leggi anche:

  • PD contro la nomina di Galli a Sottosegretario di Stato

    Nella serata di lunedì è stata pubblicata la lista di coloro che ricopriranno l’incarico di Sottosegretario. La delega allo Sviluppo Economico verrà ricoperta da Dario Galli, attuale deputato della Repubblica e Sindaco di Tradate. Il Partito Democratico, attraverso la segreteria
  • Liberi E Uguali “Rigurgiti fascisti in provincia di Varese”

    “Il Coordinamento di LEU della Provincia di Varese invita il prefetto a richiamare la sindaca di Gazzada Bertuletti al rispetto della Costituzione e delle leggi della Repubblica italiana che vietano la ricostituzione del Pnf e l’apologia del fascismo affinché intervenga nei confronti del
  • Giustizia per Pamela, striscioni di CasaPound in tutta la provincia

     “Giustizia per Pamela”: questo lo striscione affisso nella notte in più di cento città italiane (tra cui Gazzada, Busto Arsizio e Laveno) dai militanti di CasaPound Italia, che hanno voluto lanciare un chiaro messaggio di solidarietà alla famiglia di Pamela Mastropietro, dopo le
  • Gazzada, Giovani Democratici “No alla sala comunale ai neonazisti”

    “Troviamo sia assurdo che la Sindaca Bertuletti, dopo il grave episodio che l’ha vista protagonista nei mesi scorsi, conceda una sala comunale ad un gruppo Neonazista per lo svolgimento di una vergognosa conferenza revisionista. I sindaci, come rappresentanti della Repubblica,