Gallarate, minorenni bloccano un uomo in bici e lo rapinano

Due ragazzi sono stati fermati dalla Volante per aver sottratto il portafoglio ad un uomo, e aver cercato di rubargli anche la bicicletta

21 ottobre 2015
Guarda anche: Gallarate
Poliziafoto

Nella tarda serata di ieri 20 ottobre gli agenti della Squadra Volante del Commissariato di P.S. di Gallarate hanno arrestato due minorenni di nazionalità italiana (rispettivamente di 15 e 17 anni), ufficialmente studenti e residenti a Gallarate, per rapina.
Alle ore 22.30 circa, un uomo (già noto per essere un abituale frequentatore della zona) in transito in bicicletta lungo la galleria pedonale che collega Via Borghi a Via Cavour diretto a casa, è stato indotto a fermarsi con una banale scusa da un gruppo di giovani.

Mentre uno dei ragazzi ha cercato di distrarre il ciclista con varie domande cercando di avviare una conversazione, un secondo ragazzo improvvisamente lo ha aggredito alle spalle facendolo cadere dalla bicicletta e bloccandolo a terra, per poi sottrargli il portafogli dalla tasca e tentando anche invano di appropriarsi della sua bicicletta, prima di darsi tutti alla fuga.
Riavutasi dallo spavento, la vittima poco dopo si è rivolta ad una Volante in transito su via Borghi nel consueto pattugliamento di zona, raccontando il fatto appena accaduto e fornendo la descrizione fisica e degli abiti degli aggressori, grazie alla quale gli agenti poco dopo hanno individuato tre sospetti nei pressi della stazione ferroviaria, peraltro intenti ad allontanarsi con fare palesemente sospetto.
Benché i tre minorenni, già noti alle FF.OO. quali frequentatori abituali e molesti della zona della stazione ferroviaria, protestassero la loro estraneità alla rapina, gli agenti li hanno condotti in Commissariato dove la vittima ne ha riconosciuti con certezza due.

Ormai alle strette i due hanno fatto rinvenire il portafogli (nascosto in una fioriera per non farsene sorprendere in possesso in caso di eventuale perquisizione), ma ciò non è bastato ad evitare l’arresto, d’intesa con la Procura per i Minorenni di Milano, considerata la gravità delle modalità della rapina ed i loro precedenti per reati contro il patrimonio; più tardi sono stati condotti presso il Centro di prima accoglienza minorile di Milano, in attesa dei prossimi seguiti giudiziari.

Sono in corso ulteriori accertamenti per stabilire le responsabilità nella rapina di altri giovani, in quanto l’accaduto si inquadra nell’operato di un gruppo di “bulli” ai quali potrebbero attribuirsi anche altri fatti similari consumati nella zona della stazione ferroviaria.

Tag:

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare