Filosofarti 2017, il programma del 26 febbraio

Altra giornata ricca di eventi al Festival Gallaratese

26 febbraio 2017
Guarda anche: AperturaCultura Musica SpettacoloGallarate

Domenica 26 febbraio la giornata di Filosofarti si apre alle 15 alla libreria Biblos di piazza Libertà a Gallarate con l’incontro con l’autore, ospitando Eugenio Borgna e “La indicibile tenerezza. In cammino con Simone Weil”. Borgna, primario emerito di Psichiatria dell’Ospedale Maggiore di Novara e libero docente in Clinica delle malattie nervose e mentali presso l’Università di Milano, in questo libro edito da Feltrinelli, espone le suggestioni che, per il suo cammino di medico e psichiatra, gli hanno offerto di scritti di Simone Weil, nell’ascolto e nella condivisione della sofferenza e della speranza.
Alle 15 nella chiesa di San Pietro a Gallarate lezione/concerto “Prima la Musica e poi il Virtuosismo. Vienna, o cara!”, musiche di Mozart, Beethoven e Schubert suonate con strumenti d’armatura classica. Al violino Carlo Bellora, al fortepiano Francesco Pasqualotto.
Alle 18 al Civico 3 di via Pretura a Gallarate “Il vizio di vivere”: l’attrice Betty Colombo legge Gadda, dall’Adalgisa all’Incendio di via Keplero.
Alle 18.30 al ridotto del teatro Sociale di piazza Plebiscito 8 a Busto Arsizio, incontro con l’autore: Laura Turuani, psicologa psicoterapeuta a orientamento psicodinamico per adolescenti e adulti, docente di “dipendenze non chimiche” all’interno della Scuola di Specializzazione ARPAD-Minotauro per Adolescenti e Giovani Adulti. Si occupa di formazione e supervisione nell’area della psicologia evolutiva con particolare interesse per gli adolescenti e i loro genitori e, partendo dal suo libro “Mamme Avatar”, affronterà il tema dei vizi e delle virtù delle mamme di oggi.
Alle 21 ai Mulini Marzoli in via Molino 2 a Busto Arsizio atteso il seminario di studio “Sul fondo… la speranza”, dialogo interreligioso con Vito Mancuso e il Venerabile Paljin Tulku.
Vito Mancuso, teologo italiano, già docente di teologia moderna e contemporanea alla facoltà di Filosofia dell’Università San Raffaele di Milano, è editorialista e collaboratore per diverse testate nazionali.
Il Venerabile Lama Paljin Tulku, monaco buddista di tradizione tibetana, è stato discepolo di alcuni fra i maggiori maestri tibetani ed è fondatore e guida spirituale del Centro studi tibetani Mandala di Milano.

 

Tag:

Leggi anche: