Da Casablanca a Gallarate per spacciare hashish

L'uomo, un trentaquattrenne marocchino, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio. Aveva con sé 15 grammi di droga

18 aprile 2016
Guarda anche: Gallarate
polizia-car16-rc-1

Alle 19.00 circa di ieri, domenica 17 aprile, gli agenti del Commissariato di P.S. di Gallarate hanno tratto in arresto un trentaquattrenne marocchino originario di Casablanca, senza fissa dimora ed irregolare sul territorio nazionale.

Ben vestito e dall’aria giovanile si intratteneva con altre persone nei pressi della stazione senza alcun apparente motivo, al punto di insospettire i poliziotti impegnati nel consueto pattugliamento, che quando lo hanno avvicinato per un normale controllo, lo hanno definitivamente riconosciuto.

Era stato infatti già arrestato nello stesso luogo lo scorso 25 ottobre: anche allora aveva destato sospetti il suo girovagare tra negozi e bar della zona stazione ed era stato sorpreso in possesso di oltre trecento grammi di droga, tra hashish e cocaina.

Date le circostanze decisamente sospette, pertanto, gli agenti hanno proceduto a più approfonditi controlli, rinvenendo nelle sue tasche varie dosi di hashish per circa quindici grammi, evidentemente pronte allo spaccio.

Nonostante la quantità inferiore rispetto alla precedente occasione, è stato immediatamente arrestato in considerazione della recidiva “fresca” e specifica.

Sarà processato per direttissima oggi stesso come disposto dalla Procura della Repubblica di Busto Arsizio.

Tag:

Leggi anche:

  • Gallarate, arrestato per spaccio 33enne marocchino

    Al termine della perquisizione domiciliare gli agenti hanno complessivamente sequestrato una quindicina di dosi di cocaina per circa dieci grammi ed altri cento grammi di hashish. Per l’uomo, che ha dichiarato di mantenersi con lo spaccio dopo avere perso il lavoro, d’intesa con la Procura
  • Da Casablanca a Gallarate. Dove si dava allo spaccio di droga

    Sottoposto ad un primo controllo è risultato privo di permesso di soggiorno, ma soprattutto, una volta condotto in Commissariato per una normale procedura di espulsione, è stato perquisito e sorpreso in possesso di una notevole quantità di droga: circa trecentoventi grammi di hashish, una