Costi politica, in Lombardia Pd e Lista Ambrosoli sono i più “spendaccioni”. Ecco le spese di tutti i partiti

Il consiglio regionale ha pubblicato la tabella dei fondi a disposizione dei partiti e delle relative spese. Solo Pd e Patto Civico hanno superato il 50% delle cifre a disposizione

10 marzo 2015
Guarda anche: AperturaMilano
Lombardiaesponenti

Le spese dei gruppi del consiglio regionale sono in calo a livello generale.

Nel corso del 2014, i gruppi consiliari hanno utilizzato, per il loro funzionamento, solo una parte del budget previsto a norma di legge, spendendo il 23% della somma complessiva a disposizione (vedi tabella allegata). Dai dati dei rendiconti dei gruppi consiliari emerge quindi un ulteriore risparmio rispetto a quello già attuato con l’entrata in vigore della legge 2013 sui costi della politica, che ha ridotto a circa 500 mila euro annui la somma a disposizione. Nell’anno 2012, l’ultimo completo della precedente legislatura, i gruppi avevano speso 1 milione e 700 mila euro. Nel 2014 la spesa è stata di 212.547 euro.

Guardando del dettaglio le spese dei diversi gruppi si vede che il Pd, a fronte 128.859,24 euro di fondi nel 2014 (con 17 eletti), ha speso 72.884,00 euro, il 56,56%, risparmiandone 55.975,24. La Lista Ambrosoli, i cui fondi ammontavano in tutto a 62.937,20 euro (con 5 eletti), ha speso 37.088, euro, il 58,93%, risparmiandone 25.849,20.

Spese molto basse, sotto il 10% delle cifre, per Movimento 5 Stelle, Nuovo centrodestra, Gruppo Misto, Lista Maroni e Pensionati. Questi ultimi hanno utilizzato solo l’1% di quanto avevano a disposizione.

Ecco la tabella completa:

Tabella Gruppi

I dati sono stati comunicati nel corso della Conferenza dei presidenti del gruppi consiliari dal presidente del consiglio Raffaele Cattaneo, che ha comunicato di aver ricevuto per tempo i rendiconti dello scorso anno da parte di tutti i gruppi consiliari e di averli trasmessi alla Corte dei Conti nei termini previsti.

 

“Un Consiglio sobrio e trasparente: il rendiconto dei gruppi per l’anno 2014 si caratterizza per il risparmio, la sobrietà e il corretto utilizzo delle risorse, ma anche per la prudenza – ha commentato il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo -. Ci sono gruppi che non hanno utilizzato le risorse destinate ai gruppi nemmeno di fronte a spese ammissibili e motivate dalla natura istituzionale, perché legate alle attività del Consiglio regionale. Il mio invito è che il timore di quanto accaduto nel passato, che giustamente è stato oggetto di vaglio e controllo, non paralizzi le attività e il lavoro del nostro Consiglio”.

Tag:

Leggi anche:

  • Varese e Regione Lombardia in azione contro lo smog

    Dal primo ottobre entreranno in vigore le nuove limitazioni del traffico previste da Regione Lombardia per il contenimento delle polveri sottili, al fine di ridurre lo smog. Le limitazioni, come previsto dalla regione, riguarderanno anche Varese e nelle prossime ore il sindaco firmerà
  • Alessandro Pepe “La Regione intervenga sui treni”

    “Treni a misura d’uomo: più corse, più sicurezza e maggiori servizi”. Con queste parole il consigliere comunale del Pd Alessandro Pepe introduce l’emendamento alla mozione del collega Conte che ha intenzione di presentare al consiglio di giovedì 27 settembre. Durante il
  • Pubblicato anche quest’anno il concorso per le scuole della Lombardia

    E’ stato pubblicato sul Bollettino di Regione Lombardia e su www.consiglio.regione.lombardia.it il bando di concorso, destinato alle scuole di primo e secondo grado, sulla vicenda delle foibe e dell’esodo giuliano dalmata istriano. Quest’anno il tema è declinato così: “Gli altri
  • Consiglio Regionale si apre col ricordo dell’ex consigliere Iolanda Nanni e della funzionaria Angela Zerilli

    Il Consiglio regionale, presieduto da Alessandro Fermi, ha aperto i lavori odierni con la commemorazione dell’ex consigliere regionale Iolanda Nanni, scomparsa il 27 agosto dopo una lunga malattia, e di Angela Zerilli, la funzionaria regionale che ha perso la vita nel crollo del Ponte