Congresso Gd, Calò riconfermato segretario. FOTO

Presenti i candidati alla segreteria nazionale Gd, Dario Costantino e Mattia Zunino, nonché il segretario regionale uscente e candidato unico Roberto Gazzonis

14 febbraio 2016
Guarda anche: Varese
12687784_769935666483279_3189471869355842829_n

12687784_769935666483279_3189471869355842829_n

Domenica 14 febbraio 2016 si è tenuto il Congresso dei Giovani Democratici della Provincia di Varese. La riunione, molto partecipata, ha visto la presenza dei due candidati alla segreteria nazionale GD, Dario Costantino e Mattia Zunino, nonché il segretario regionale uscente e candidato unico Roberto Gazzonis.

“Voglio una giovanile modello ‘Green peace’” lancia come provocazione Dario Costantino “che sappia, cioè, attirare ragazze e ragazzi anche da fuori il mondo politico e dialogare con varie realtà. Le parole d’ordine devono essere ideale e azione: i GD devono poter fare riferimento ai propri ideali, individuano obiettivi da tradurre, poi, in concrete azioni politiche”.

“Il nostro programma lo fanno gli iscritti” replica Zunino “e questo è il nostro punto di forza. Candidarsi è un onore e un onere, la giovanile deve essere declinata al plurale e non al singolare. Serve un bagno di umiltà: se i nostri coetanei non ci comprendono siamo noi che ci dobbiamo attrezzare per essere più chiari e trasmettere le nostre idee in modo comprensibile.”

Interviene quindi il segretario provinciale uscente, Andrea Calò: “La mia ricandidatura va nella direzione di garantire continuità in un momento delicato ma avvincente come quello che ci attende, con le sfide amministrative nelle tre più grandi città della Provincia alle porte” spiega Calò, che prosegue: “il percorso intrapreso finora ci ha portati a crescere non solo a livello numerico ma anche partecipativo: ad oggi i Giovani Democratici sono la forza politica giovanile più attiva e attrattiva. Il nostro obiettivo è convincere della bontà e validità delle nostre idee, vincendo le elezioni. Questo ci contraddistingue dai Giovani Padani, impegnati in campagne propagandistiche e conservatrici. Il ruolo di una giovanile deve essere quello di stimolare continuamente con spirito critico il lavoro del proprio partito, contribuendo con proposte, non quello di difendere ad ogni costo amministrazioni che stanno stancamente e malamente portando a termine il proprio mandato.”

Il congresso si conclude con la riconferma all’unanimità del segretario uscente e unico candidato.

Alla mattinata politica dei giovani hanno preso parte anche il segretario provinciale PD Samuele Astuti e la senatrice bustocca Erica D’Adda.

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti