Cittadini responsabili in prima linea: a Canegrate parte il Controllo di Vicinato

Parte a Canegrate il Controllo di Vicinato. I gruppi sono già attivi in piazza Unità d'Italia, via Palermo, via Milano, via Genova, via Arezzo, via Basodino, via Este, via Magenta (civici 63-65-70), via Venezia, via Ghisallo, via Vesuvio, via Stromboli

03 luglio 2015
Guarda anche: Altomilanese
Controllovicinato

Parte a Canegrate il Controllo di Vicinato. Un’esperienza che vede i cittadini in prima linea con lo scopo non solo di evitare il degrado nelle proprie vie, ma anche di riscoprire il valore della comunità.

Al giorno d’oggi infatti il rischio è quello che i quartieri diventino semplicemente dei dormitori, dove i vicini quasi non si salutano. Invece, lo scopo di iniziative come questa è proprio ricostruire il tessuto sociale.

Vicinato Canegrate

Nella mattinata del 24 giugno sono stati istallati i primi cartelli indicanti le zone sottoposte al “CONTROLLO DEL VICINATO”.

Questa iniziativa nasce negli anni 60/70 negli Stati Uniti ed è già adottata in Italia da molte città. Il programma prevede l’auto-organizzazione tra vicini nel collaborare al controllo della zona intorno alla propria abitazione, tramite un’attività di controllo ed attenzione, dove i “molti occhi” di chi abita il quartiere possano rappresentare un deterrrente verso chi intenda compiere un illecito. La collaborazione tra vicini è quindi fondamentale per instaurare un clima di fiducia, di sicurezza e di ascolto.

E’ bene però ricordare che il gruppo di controllo del vicinato non si sostituisce alle Forze dell’ordine a cui rimane la prerogativa dell’attività di repressione degli illeciti.

Le vie quali sono già attivi i gruppi del controllo di vicinato sono i seguenti:

– Piazza Unità d’Italia; – via Palermo; – via Milano; – via Genova; – via Arezzo; – via Basodino; – via Este; – via Magenta (civici 63-65-70); – via Venezia; – via Ghisallo; – via Vesuvio; – via Stromboli.

I cittadini che volessero segnalare eventuali anomalie si rivolgeranno ai referenti di zona, i quali provvederanno ad allertare il Comado della Polizia Locale.

“Noi non siamo spioni – spiega una volontaria – ma semplicemente persone che malgrado i tempi moderni fanno comunità e tengono gli occhi aperti nell’interesse di tutti”.

Tag:

Leggi anche:

  • Progetto Binda 2017, quando il ciclismo è passione

    Il “Progetto Binda 2017” prende ufficialmente il via martedì 25 aprile con la Piccola Tre Valli Varesine, giunta alla sua 41° edizione. La tradizionale gara – valevole come 2° prova del Giro della Provincia categoria Allievi e come 3° Trofeo Veneto Banca – si disputerà a Induno
  • La Pro Loco fa il “giro del mondo” con Paola Gianotti

    Emozionante serata nella Sala consiliare del Castello Visconteo per il “Mese della Cultura” organizzato dalla Pro Loco Fagnano Olona guidata da Armida Macchi e Paolo Bossi. Guest star del momento è stata la famosa ciclista Paola Gianotti, contattata tramite il Gruppo Sportivo
  • Pallanuoto, 24ª giornata: la BPM Sport Management nella tana del Torino ‘81

    Torna il campionato di Serie A1. Ad un mese dalle Final Six di Torino, la BPM Sport Management domani sarà proprio nel capoluogo piemontese per sfidare il sette di coach Aversa. Una sfida in cui i Mastini sono i favoriti sulla carta, ma che non dovranno assolutamente sottovalutare in quanto il
  • Volley – La UYBA non passa a Cremona e dice addio ai sogni scudetto

    A 24 ore dalla vittoria per 3-0 (26-24, 25-22, 25-20) nella gara-2 dei quarti di finale di playoff scudetto, la UYBA perde 3-0 (25-22, 27-25, 25-19) la decisiva gara-3 sul taraflex del PalaRadi di Cremona contro le padrone di casa della Pomì Casalmaggiore. Saranno quindi le rosa di coach