Cattaneo a Bruxelles: “La radice dell’Europa è più forte del terrore”

Il presidente del Consiglio Regionale ha deposto una corona di fiori

20 aprile 2016
Guarda anche: Lombardia
cattaneo

Un minuto di silenzio ha preceduto l’inizio dei lavori della Conferenza delle Assemblee legislative regionali d’Europa. Approvata risoluzione che chiede
alle istituzioni europee e alla comunità internazionale interventi contro il terrorismo.
“Siamo qui perchè vogliamo esprimere un sentimento di grande comunione con le vittime, i loro familiari e con tutti i Paesi europei e
nello stesso tempo dire no a ogni forma di terrorismo. La radice dell’Europa è più forte della violenza e si nutre di rispetto per la vita dell’uomo e delle
differenze. Dobbiamo ripartire nel solco di questa tradizione che oggi ci dice qualcosa di importante e di valido anche per il presente: è possibile una civiltà
che sappia mettere l’amore al di sopra di ogni indignazione e anche di ogni desiderio di vendetta. Questa è la forza dell’Europa e dei suoi territori, che uniti
ribadiscono con forza il loro no a ogni forma di terrorismo”.
Lo ha sottolineato il Presidente della CALRE Raffaele Cattaneo che oggi a Bruxelles, al termine dello Standing Committee della Conferenza delle Assemblee Legislative Regionali d’Europa (CALRE), il primo dopo gli attacchi terroristici che hanno colpito l’aeroporto Zaventem e la metropolitana di Maalbeck e che hanno causato 35 morti e circa 300 feriti, ha deposto una corona di fiori davanti all’entrata della metropolitana dove il 22 marzo scorso si è verificata l’esplosione, osservando un momento di raccoglimento.

Il Primo Vice Presidente della Città di Bruxelles Fouad Ahidar ha accompagnato la delegazione della CALRE.
Anche in apertura della riunione era stato osservato un minuto di silenzio per commemorare le vittime degli attentati di Bruxelles. Durante i lavori della
mattinata la CALRE ha quindi condiviso e approvato una proposta di risoluzione con la quale auspica che “le istituzioni europee e la comunità internazionale
intraprendano con posizione unanime azioni diplomatiche di dialogo e di intervento per fermare e combattere il terrorismo” e che “promuovano iniziative per porre in essere misure atte a fare in modo che nessun tipo di risorse econome, assets finanziari o forme di sostegno siano disponibili per le formazioni terroristiche, promuovendo nel contempo le realizzazioni di ponti e l’abbattimento di muri”. Il documento afferma inoltre, quali valori imprescindibili per tutti i cittadini, la sacralità della vita umana, la libertà religiosa, la libertà dell’arte e della
cultura, il pluralismo delle idee e la laicità dello Stato, in un contesto in cui la vera sfida è innanzitutto culturale, educativa e di integrazione sociale.
La CALRE riunisce i Parlamenti regionali di 74 Regioni facenti parte di 8 Paesi (Spagna, Italia, Belgio, Austria, Germania, Finlandia, Portogallo, Regno Unito) che rappresentano complessivamente 200 milioni di abitanti ed è stata costituita nel 1997.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

      La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti