Caravate: domenica corteo contro i richiedenti asilo

Il comitato Caravate Sicura invita i residenti a protestare

02 febbraio 2016
Guarda anche: Politica
Taranto, arrivo dei profughi libici da Lampedusa

Nella mattinata di domenica 7 febbraio il Comitato Civico Caravate Sicura terrà in paese (concentramento ore 10.30 Via XX Settembre -parcheggio discount Dpiù- ore 11.00 partenza) un corteo di protesta contro l’arrivo, la permanenza e il pubblico mantenimento degli asilanti nella proprietà Villa Letizia. La referente Alessandra Santamaria intende affermare: “Siamo un comitato libero e politicamente autonomo di recente costituzione nato per riunire, organizzare i locali cittadini accomunati da uno stesso giudizio: la più piena contrarietà all’arrivo dei clandestini in paese;
riunione dopo riunione, iniziativa dopo iniziativa le nostre file si sono ingrossate sempre più e grazie al contributo operativo, logistico, in campo normativo fornito da Federico Russo e dai militanti varesini di Forza Nuova che da subito ci hanno accompagnato e invogliato a perseguire in tale progetto, a breve da semplice collettivo di protesta ci evolveremo in una vera e propria associazione solidaristica/culturale regolarmente registrata, impegnata nell’assistenza dei nostri connazionali in difficoltà, nella tutela ambientale e nella promozione del locale patrimonio artistico/culturale e delle realtà agricolo/artigianali. Fin dalla pubblica presentazione il progetto di accoglienza dei richiedenti asilo in Villa Letizia ha suscitato forte contrarietà nei nostri compaesani; tale avversione invitiamo a materializzarla con la
partecipazione al corteo di domenica: davanti a un Prefetto “promoter finanziario” (con i nostri soldi) di cooperative ed avidi prelati, davanti a una palese miopia istituzionale verso l’assistenza dei nostri connazionali in difficoltà, davanti al rischio concreto di compromissione
della sicurezza nostra e delle nostre famiglie, davanti all’inconcludenza legislativa delle forza politiche governative, di centro-sinistra quanto di centro-destra, che non fanno e non hanno fatto altro che assecondare, applicare sulle nostre spalle gli stessi trattati internazionali, gli
stessi regolamenti utili solo alla causa dei grandi potentati economici la piazza, la rivolta popolare è l’unico mezzo per difendere e riaffermare i nostri diritti.

Né noi, né le istituzioni preposte siamo a conoscenza, salvo gli sbrigativi controlli di rito, delle condizioni sanitarie dei migranti, come non conosciamo la condotta individuale pre-sbarco e le reali motivazioni che li hanno spinti a chiedere protezione al nostro Paese. Potenzialmente (e i casi in tal senso di analoghe realtà non lontane non mancano) potrebbero essere untori, terroristi, delinquenti, molestatori o “solamente” sanguisughe del nostro sistema assistenziale (dati ufficiali alla mano: 5 idoneità alla richiesta di protezione internazionale ogni 100 domande presentate) ma nonostante ciò per almeno 3 anni godono e godranno sulle spalle della collettività locale e nazionale del comodo mantenimento che ormai tutti conosciamo la stessa che se in difficoltà è costretta ad accontentarsi di ben altro trattamento. Caravatese, medio verbanese spegni Facebook, la televisione e scendi in strada con noi! La pigrizia, l’indifferenza o la rassegnazione sono il tuo principale nemico”.

Tag:

Leggi anche:

  • Azione Forzanovista contro il “Corso di arabo per bambini”

    Con la seguente nota Forza Nuova Provincia di Varese / Legnanese intende replicare alle varie reazioni successive al recente blitz svolto dal Movimento presso la biblioteca comunale di Rescaldina per dimostrare la propria disapprovazione allo svolgimento del “corso di arabo par bambini”. Il
  • Origgio, Forza Nuova contro l’ex Militante Sozzi “Non tolleriamo l’indisciplina”

    Con la seguente nota Forza Nuova Provincia di Varese intende replicare alle recenti dichiarazioni dell’ex militante Alessandro Sozzi di Origgio. Russo Federico, responsabile provinciale, afferma: “Concretamente Forza Nuova non ha mai fatto parte della maggioranza in quanto Sozzi fin dalla
  • Marcia degli Italiani a Busto Arsizio, Federico Russo “Basta intromissioni nella politica”

    “Innanzitutto intendo segnalare che la Marcia degli Italiani “ha portato bene” in quanto come noto qualche giorno fa  a causa della mancanza di una solida maggioranza PD e altre forze governative hanno ancora deciso di rinviare la votazione. Il nostro corteo non è stato certo un evento
  • Forza Nuova a Busto Arsizio e Ferno contro i migranti

    nel pomeriggio di sabato, dalle 15.30 alle 18.30, gazebo a Busto Arsizio presso i portici di via Milano con diffusione/raccolta sottoscrizioni della petizione #DEFENDBUSTOARSIZIO; nella mattinata di domenica invece i forzanovisti del Basso Varesotto saranno impegnati a Ferno, presso piazza Dante