Besano: tutto pronto per la festa di San Martino

Nel primo weekend di settembre l'usuale appuntamento

28 agosto 2016
Guarda anche: Cultura Musica SpettacoloVarese Città
sanmartino besano

Tutto pronto a Besano per la festa di San Martino, un appuntamento tipico del paese nel primo weekend di settembre.

Venerdì 2 settembre, dalle 9 alle 10.30 e poi dalle 20.45, la chiesa parrocchiale ospiterà le confessioni comunitarie. Sabato sera, a partire dalle 19.30, apericena a ritmo di jazz sul colle San Martino con prodotti tipici del territorio. Domenica, invece, alle 10.45 la stessa montagna ospiterà l’esibizione del corpo musicale La Concordia, prima della Messa alle ore 11.15. Il pranzo delle 13, seguito dall’incanto dei canestri e dall’estrazione della lotteria, sarà gestito dal locale gruppo Alpini della Valceresio.

Per il giovane sindaco del paese, Leslie Mulas, è importante rimarcare come “oltre alla usuale Messa più pranzo e incanto di piccoli oggetti artigianali, quest’anno sara integrata con un aperitivo jazz in cima al colle di San Martino con vista sul lago Ceresio e degustazione di salumi e formaggi di due aziende agricole di Besano. La chiesetta di San Martino sarà inoltre aperta ai visitatori”.

Tag:

Leggi anche:

  • Tutto pronto per la serata-dibattito dedicata al rilancio della destra identitaria

    Martedì sera (5 dicembre) dalle ore 20 presso il locale Spitz di Varese – viale Valganna 34 – l’associazione politico-culturale Orizzonte Ideale organizza una serata dal titolo “Serve ancora destra nel 2018?“ Alla presenza degli amministratori locali di Orizzonte Ideale
  • Nasce da Orizzonte Ideale il primo comitato provinciale per il SI alla Lombardia Autonoma

    Finalmente il prossimo 22 ottobre – data fissata per il Referendum consultivo per l’autonomia della Lombardia – avremo la possibilità di far giungere al Governo centrale chiara e forte la voce del nostro territorio. Fino ad oggi la maggior parte dei 53 miliardi di euro di tasse versate
  • “Foibe e esodo, io non scordo!”

    Da quel fatidico giorno, per almeno i dieci anni successivi, furono 350mila le persone che abbandonarono le loro case e tutti i loro averi per tornare in Italia, un’Italia che dalle terre adriatiche se ne era andata, e per non chinare la testa di fronte all’arroganza del governo
  • Orizzonte Ideale: “Restituite agli enti locali i soldi tagliati da Monti”

    Il Governo Monti ha tagliò più di 2 miliardi di euro ai Comuni, andando ad incidere pesantemente sull’attività delle amministrazioni locali e devastando il sistema delle autonomie locali, ovvero le prime istituzioni con cui il cittadino si confronta e alle quali chiede la risoluzione dei