Auto comunale per commissioni private? Sindaco nei guai

Il primo cittadino è stato denunciato per perculato

06 ottobre 2015
Guarda anche: ItaliaLaghi
Finanza

Avrebbe usato l’auto comunale per commissioni private, lasciandola spesso parcheggiata vicino a casa. Ma alla fine i cittadini si sono accorti di questo presunto “uso inconsueto” di auto di proprietà comunale, e hanno effettuato diverse segnalazioni alla Guardia di Finanza.

Si trova così ad essere indagata la sindaca di Oggebbio, nella provincia del Verbano Cusio Ossola, Gisella Polli.

Le indagini dei finanzieri sono iniziate a settembre del 2014, con appostamenti e controlli. Adesso la prima cittadina è stata denunciata per peculato. L’utilizzo non si sarebbe limitato ad una sola auto comunale, ma a due. Le indagini sono state portate avanti anche grazie a localizzatore GPS autorizzati dal pm.

Tag:

Leggi anche:

  • Violazione della legge sull’immigrazione, doppia denuncia a Luino

    La Polizia di Frontiera di Luino, ha denunciato alla Procura della Repubblica di Varese, per violazione della legge sull’immigrazione, due cittadini indiani di 47 e 20 anni. Gli agenti in servizio di controllo del territorio, la mattina del 16 Maggio, hanno notato i due, nel comune di Mesenzana,
  • Busto Arsizio, denunciate due donne romene per furto

    Due donne di nazionalità romena sono state bloccate e denunciate dalla Volante del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio subito dopo aver commesso una serie di furti con destrezza nei negozi del centro. Lo “shopping” delle due, rispettivamente di 24 e18 anni e con domicilio
  • Italiani in manette tra Gallarate e Besano per spaccio di droga

    La zona interessata maggiormente era quella del comune di Besano dove c’era il loro deposito: la piccola band di spacciatori è stata sgominata questa mattina dai Carabinieri della sezione di Gallarate. Tre gli uomini coinvolti, due italiani e un albanese, di età comprese tra i 36 e i 38 anni.
  • Malpensa, donna francese arrestata per traffico di minori

    E’ finita subito dietro alle sbarre la donna di origini francesi che è stata fermata sabato 12 maggio all’aeroporto di Malpensa, mentre cercava di far entrare in Italia du minori filippini, i cui documenti di identità erano stati alterati. La donna è stata arrestata per favoreggiamento