Angera: Le Acli si aprono ai giovani con un incontro sul lavoro

Il 26 ottobre in sala consiliare si parlerà sia di lavoro dipendente, sia di creazione di impresa

23 ottobre 2015
Guarda anche: LaghiLavoro
lavoro giovani

Meet your job, incontra le idee per il tuo futuro, serata sul lavoro per i giovani proposta dalle Acli il 26 ottobre 2015 presso la sala consiliare ad Angera.

Le Acli si rinnovano e cambiano per rispondere al meglio ai nuovi bisogni sociali, anche attraverso la rete dei servizi al cittadino.

In  questo contesto le Acli di Angera, afferma la presidente Anna Poltronieri, si pongono come facilitatori e interlocutori nel tessuto sociale per promuovere una nuova cultura del lavoro, per un lavoro dignitoso che garantisca un futuro alla famiglia ma soprattutto ai più giovani.

Lorenzo Nezatti, presidente dell’associazione Giovani per Angera: “Abbiamo voluto questa serata per cominciare a parlare del mercato del lavoro anche nei nostri territori, qui ci rivolgiamo ai ragazzi delle nostre zone. Spesso i ragazzi non sanno che ci sono possibilità anche in provincia e soprattutto i laureati cercano lavoro lontano”.

Si parlerà sia di lavoro dipendente che di creazione di impresa. Lucio Gallotti coordinatore dell’evento ci illustra il menu della serata: si partirà da Jobs act e apprendistato, con Francesco Maresca, responsabile del Centro impiego di Gallarate che illustrerà i nuovi contratti di lavoro e i nuovi servizi per l’impiego. Per proseguire con Rina Sartorelli, direttrice del Centro di formazione Enaip di Busto Arsizio, a parlarci del sistema duale tra sistema di formazione professionale e mondo del lavoro. A seguire il vicediretttore di Coldiretti Varese Paolo Frigo ci illustrerà le possibilità per divenire giovani agricoltori di successo. Poi ascolteremo la testimonianza dello chef Massimo Vallogini sull’avvio di ristoranti con un prodotto della campagna: il riso. E ancora, Alberto Andreola di Banca Etica ci spiegherà come finanziare una giovane impresa.

Chiude la serata Enzo Scudieri del Comune di Ispra illustrandoci il progetto #Jobstartsup su come usufruire degli spazi di co-working e faberlab ad Ispra, Sesto calende Vergiate e Somma. Il tutto in massimo 90 minuti, poi spazio al dibattito e alle domande.

Una serata dal menu ricco e interessante, ma è solo l’inizio perché l’incontro con i giovani vuole essere anche finalizzato alla organizzazione di un successivo percorso di approfondimento a partire dai bisogni dei presenti.

Le Acli intendono essere una presenza nel mondo del lavoro e nella società, pronti ad affrontare le nuove sfide che i cambiamenti impongono.

 

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto BPM Sport Management padrona di casa nel gruppo B

    Sono stati sorteggiati oggi a Novi Sad, in Serbia, i due gironi che andranno a comporre il primo turno dell’Euro Cup 2017/2018, manifestazione che vedrà impegnata anche la BPM Sport Management. Sarà proprio la formazione bustocca a ospitare dal 29 settembre all’1 ottobre, alle Piscine
  • La nazionale italiana di deltaplano vince il suo nono titolo mondiale e quinto consecutivo

    Il nuovo campione del mondo è Petr Benes, pilota della Repubblica Ceca che raccoglie il testimone dal nostro Alessandro Ploner e solo nel corso dell’ultima giornata. Infatti, Ploner ha quasi ininterrottamente tenuto la testa della graduatoria nei nove giorni di gara e il divario tra i due
  • Torna la Coppa del Mondo di Sci d’erba a Santa Caterina Valfurva

    L’adrenalina torna a salire a Santa Caterina Valfurva che, dopo le vincenti competizioni internazionali di sci alpino e sci nordico, si dimostra, ancora una volta, unica nello scenario sciistico mondiale, in estate e non solo in inverno. Infatti, dopo il grande successo della scorsa estate,
  • Calcio, Europe League – Il Milan si beve lo Shkendjia ed ipoteca i gironi

    Un match senza storia quello che ieri sera ha visto il Milan imporsi sui macedoni dello Shkendija. A San Siro, nel primo atto dei playoff di Europa League finisce addirittura 6 a 0 grazie alle doppiette di Silva e Montolivo a cui si sono aggiunte le reti di Borini ed Antonelli. Se è vero che gli