AMC Italia recluterà 1.700 nuovi venditori nel 2019

Inserimenti previsti in tutte le regioni italiane. Il 5 gennaio sarà inaugurato il nuovo quartier generale di Rozzano. Centro del business di AMC Italia sono i “party” al domicilio dei clienti

27 Dicembre 2018
Guarda anche: ItaliaLavoro

Una cucina sana ed equilibrata, ma allo stesso tempo gustosa e, perché no, anche facile e rapida, grazie all’innovazione tecnologica. È questo ciò che desiderano gli italiani, che a tavola sono sempre più attenti e consapevoli di ciò che mangiano, e quindi sono disposti a investire in prodotti di alta qualità. Si inserisce pienamente in questo trend il successo di AMC Italia, azienda leader dei sistemi di cottura, parte di un gruppo internazionale, che ha appena festeggiato i 55 anni di attività (in Italia è presente dal 1970) e, per moltissime famiglie, è diventata col tempo sinonimo di unità di cottura che durano una vita, con tecnologie avanzate per cucinare senza aggiunta di grassi e con funzioni di controllo di temperatura e risparmio del tempo.

L’azienda, il cui modello di business è basato sui “party” a casa dei clienti, chiude un 2018 di innovazione regalandosi una nuova sede di proprietà a Rozzano, moderna e ultratecnologica, che sarà inaugurata ufficialmente il 5 gennaio con un grande meeting in cui saranno annunciate le strategie per il 2019. «Strategie che, come sempre, avranno al centro le persone – spiega il direttore generale di AMC Italia Joerg Samulowitz –: per il 2019 abbiamo infatti in programma di inserire in tutta Italia 1.700 nuovi collaboratori, con focus nelle regioni dove non siamo ben rappresentati, come la Liguria, e altre dove intendiamo consolidare la nostra posizione, come la Sicilia.L’obiettivo a medio-lungo termine è quello di portare AMC in tutte le regioni italiane».

Le persone che decidono di entrare nell’organizzazione, dopo un periodo di formazione gratuita e affiancamento, diventeranno incaricate alla vendita dei prodotti tramite dimostrazioni nelle case. Il loro ruolo unirà all’aspetto della vendita anche quello consulenziale, come “Ambasciatori di benessere”. Il lavoro è flessibile e dà spazio sia a chi desidera aggiungere un’entrata al proprio reddito, sia a chi punta ad una carriera professionale con guadagni più alti. «Le opportunità in un campo come il nostro, legato al food, sono molto attrattive – spiega Samulowitz – perché il mercato richiede sempre di più figure qualificate, in grado di proporre prodotti per la cucina di alto profilo, dalle mille potenzialità, adatti a un’alimentazione equilibrata».

La filosofia della sana e corretta alimentazione è alla base dell’attività di AMC Italia. Da sempre l’azienda punta su qualità e tecnologia e negli ultimi anni ha lanciato prodotti come Easyquick – coperchio che consente di cuocere a vapore con controllo totale della temperatura e risparmio del 50% del tempo, mantenendo inalterate le proprietà nutritive dei cibi – e Ovale Grill, la novità 2018: un’unità di cottura per grigliare sia in casa sia all’aperto senza aggiunta di oli e grassi.

«Questi e altri nuovi prodotti che lanceremo nel 2019 – spiega ancora Samulowitz – saranno protagonisti di numerose iniziative e showcooking, in tutte le nostre sedi italiane e in particolare nel nostro nuovo quartier generale di Rozzano, dove il rinnovato laboratorio del gusto AMC accoglierà non solo i nostri venditori, ma anche il pubblico».

Per candidarsi e ulteriori info: http://www.amc.info/it-it/diventare-consulente/cogli-la-tua-opportunita/

 

AMC Italia – “Mangiare meglio. Vivere meglio.” è la filosofia di AMC Alfa Metalcraft Corporation Spa, azienda di vendita diretta leader mondiale nei sistemi di cottura di alta qualità in acciaio inossidabile. Dal 1963 AMC offre prodotti per cucinare in modo sano e gustoso e si dedica alla cultura del sano piacere. In Italia dal 1970, è presente in più di 35 paesi del Mondo con una rete vendita di oltre 18.000 collaboratori e distributori e più di 12 milioni di clienti.

Tag:

Leggi anche:

  • #Restart: 250mila euro per la formazione continua nelle PMI

    «Per la ripartenza del nostro sistema economico, dobbiamo valorizzare competenze, merito, ricerca e concorrenza. Insomma, avere cura del capitale umano. Ecco perché diventa sempre più urgente per il mondo delle imprese varesine poter contare su risorse da destinare alla formazione
  • Fase 2, L’Italia oggi riparte

    L’Italia oggi riparte. Il numero più basso di vittime dall’inizio del lockdown, 145 nelle ultime 24 ore, è il miglior auspicio per l’Italia che riapre, con i negozi, i bar e i ristoranti che potranno rialzare le saracinesche dopo oltre due mesi. L’Italia prova dunque a
  • Lockdown in Italia, Nel 2020 crollo dei consumi pari a 84 miliardi di euro

    In base alle nuove ipotesi di progressiva e graduale riapertura delle attività economiche, e mantenendo la data del primo ottobre come la più realistica per il ritorno a una fase di totale normalità, seppure con l’attivazione di protocolli di sicurezza che modificheranno i comportamenti di
  • Lombardia, Rolfi “Le imprese agricole vogliono voucher, non sanatorie”

    “La regolarizzazione degli immigrati del DL Rilancio è inutile per l’agricoltura lombarda. Basta con la strumentalizzazione ideologica di un comparto vitale come quello agricolo. Dal ministro ci aspettiamo fondi e semplificazione. L’approvazione del Decreto Aprile, poi diventato Decreto