AlpTransit, ferrovia e territorio: se ne parla in Camera di Commercio

Un convegno sulla linea ferroviaria Bellinzona-Luino-Gallarate e le sue prospettive

17 Aprile 2019
Guarda anche: Attualità

Il convegno è organizzato da ACG-Alta Capacità Gottardo in collaborazione con Provincia e Camera di Commercio di Varese. Sarà l’occasione di un’analisi sulle criticità, ma anche le soluzioni, le proposte e le aspettative del territorio in relazione agli interventi infrastrutturali in corso o in progetto sulla linea ferroviaria Bellinzona-Luino-Gallarate, importante proseguimento del corridoio multimodale Genova-Rotterdam a Sud dei tunnel del Gottardo e, quindi, del collegamento veloce elvetico AlpTransit.

L’appuntamento è a Varese domani, giovedì 18 aprile, nelle sale di Villa Recalcati, con inizio alle 15.30. Dopo i saluti introduttivi – affidati al prefetto di Varese, Enrico Ricci, e ai presidenti di ACG Gottardo, Adriano De Maio, della Provincia e della Camera di Commercio di Varese, rispettivamente Emanuele Antonelli e Fabio Lunghi, nonché al presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Varese, Pietro Vassalli -, si parlerà di diversi temi.

In particolare, con i rappresentanti delle ferrovie s’affronterà il problema delle vibrazioni e del rumore sia sul territorio italiano, sia su quello del Canton Ticino. Seguirà una relazione – a cura della DG Infrastrutture, Trasporti e Mobilità Sostenibile di Regione Lombardia – dedicata al tema dell’integrazione dei servizi di trasporto pubblico in ambito transfrontaliero. Non mancheranno un’analisi del ruolo della Provincia di Varese, con la relazione del consigliere delegato alla Viabilità, Marco Magrini, e la presentazione delle proposte e aspettative del territorio, con l’intervento di Sindaci e amministratori locali. Le conclusioni saranno affidate al presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, e al sottosegretario agli Interni, Stefano Candiani.

«Un momento d’approfondimento – sottolinea il presidente della Camera di Commercio varesina, Fabio Lunghi – che giunge in un contesto storico dove il mondo produttivo attende la realizzazione di infrastrutture sia per l’indubitabile effetto cantiere, sia perché lo sviluppo si fa “andando oltre”, “tras-portando” appunto (nell’etimologia del termine)».

Questo però non può e non deve essere uno sviluppo “a ogni costo”: può e deve essere sostenibile, nel rispetto dell’ambiente e delle popolazioni locali. Uno sviluppo che non mortifichi ma anzi valorizzi le ambizioni di crescita turistica dell’area del Verbano.

«Serve allora che – conclude Lunghi – Regione Lombardia, come ci ha assicurato nei giorni scorsi il presidente Fontana, giochi appieno il proprio ruolo: da un lato mettendo a disposizione le risorse che fin dall’avvio del progetto si erano ipotizzate, dall’altro facendosi sentire nelle sedi opportune perché altrettanto venga fatto dagli altri player, quali Governo nazionale e RFI».

Tag:

Leggi anche:

  • Villa Toeplitz, girini e rane traslocano. National Geographic a Varese

    Sono già 280 mila i girini messi in sicurezza dai volontari della LIPU che insieme al Comune di Varese, armati di retini e secchi, stanno spostando temporaneamente girini e rane che fanno parte della ricca biodiversità del Parco di Villa Toeplitz. La prossima settima infatti inizieranno i lavori
  • Giornata del sapere educativo, il Comune mette i giovani al centro

    È in corso a Palazzo Estense la settima edizione della Giornata del sapere educativo, iniziativa giunta alla sua settimana edizione e che quest’anno ha scelto come slogan “Sperare, sapere, costruire”. Poco fa, inaugurando i lavori, l’intervento del sindaco Davide Galimberti
  • Travolta da un treno, muore una donna a Legnano

    Tragedia questa mattina poco dopo le 9 all’altezza della stazione di Legnano. Una donna è stata travolta da un treno e, nonostante i soccorsi, per lei non c’è stato nulla da fare. Ancora da accertare se si è trattato di un incidente oppure di un gesto volontario. Inevitabili i
  • Ingegneri dei boschi: alla scoperta dei picchi all’Università dell’Insubria

    I picchi costituiscono una famiglia di uccelli ben presente nell’immaginario collettivo. Nota a tutti è la loro peculiare abitudine di scavare fori all’interno dei tronchi degli alberi, grazie a poderosi e rapidissimi colpi di becco, sia per cercare larve di insetti (che costituiscono una