Allea: cinque punti per far ripartire Angera

La lista civica Allea presenta il programma per far ripartire Angera. Un programma articolato, frutto di un anno di lavoro, riassumibile in cinque principali macro aree, al cui interno si vanno a toccare tutti gli aspetti più urgenti del territorio

10 Maggio 2019
Guarda anche: LaghiPolitica

La lista civica Allea, in corsa per le elezioni amministrative del Comune di Angera 2019, presenta il suo programma. Obiettivo: far ripartire Angera, da troppi anni a un punto fermo. Cinque i punti principali, ognuno dei quali racchiude una serie di interventi. Primo: salute e qualità della vita, con progetti inerenti Ospedale, offerta sanitaria e scuole. Secondo: Angera viva, con più cultura, sport, eventi. Terzo: il Comune al servizio di cittadini e associazioni. Quarto: commercio motore dello sviluppo, con il rilancio di centro storico e attività locali. Quinto: gestione strategica di ambiente e territorio, con tante proposte, dallo sviluppo sostenibile alla nuova casa per la Canottieri, dalla viabilità alla gestione rifiuti, dal turismo al decoro urbano.

Primo punto: Salute e qualità della vita.

Tra le proposte, è presente quella di rendere il Comune capofila di un progetto, in accordo con l’ASST Sette Laghi, che porti a una specializzazione dell’Ospedale, facendo rete con enti e amministrazioni, per farne un punto di riferimento sul territorio. Inoltre si propone un aumento della qualità dell’offerta sanitaria attraverso la medicina di gruppo, con medici di base che si uniscano per avere una maggiore copertura diurna, ospitando anche specialisti e un servizio infermieristico. Molta attenzione alle scuole, con un progetto di prevenzione da integrare nell’offerta formativa delle scuole primarie e secondarie di primo grado, puntando sui temi dell’educazione alimentare, sanitaria e sull’affettività. Inoltre si propone un’integrazione dei servizi del doposcuola, creando una sinergia con le realtà che si occupano di laboratori e assistenza compiti. Presente anche il progetto di un percorso vita attraverso sentieri verdi e il tema dell’eliminazione delle barriere architettoniche.

 

Secondo punto: Angera viva. 

C’è l’impegno di riattivare la Pro loco, riferimento necessario per la promozione del territorio. Viene poi proposta la creazione di un centro culturale polivalente, adatto ad ospitare eventi, spettacoli, convegni e corsi; la creazione di uno spazio, dotato di un’infrastruttura digitale, per associazioni e cittadini, da utilizzare attraverso un calendario condiviso; un museo più fruibile, in grado di proporre attività diversificate, creando un interscambio culturale e attivando collaborazioni con altri musei. Grande attenzione agli eventi: in occasione delle feste angeresi, si intendono organizzare manifestazioni che si ricolleghino alle tradizioni come le barche illuminate, il settembre angerese, la festa dello sport e il paese animato per Natale, che siano di risonanza in tutto il bacino del Lago, attraverso una collaborazione con le associazioni del territorio. Riflettori puntati sullo sport, con l’installazione di campetti pubblici sportivi da basket e pallavolo, e la mobilità sul lago, con la proposta di estendere gli orari serali del collegamento tra Angera e Arona.

Terzo Punto: Il Comune al tuo servizio.

In altre parole: un Comune che sia in grado di ascoltare e comunicare con i cittadini, attraverso un giornale informativo, pagine social, newsletter periodiche, report, bacheche, gruppi whatsapp con referenti di quartiere. Si propone la creazione di spazi pubblici per le associazioni sportive. L’accento è posto anche sulla collaborazione continua con le forze dell’Ordine, per il controllo del territorio anche in zone poco visibili e fuori dall’abitato urbano, con particolare attenzione alle situazioni di disagio e di emarginazione. Non manca l’attenzione per gli amici a quattro zampe, con una stretta collaborazione con i volontari attivi in questo ambito. Attenzione anche alla riorganizzazione sostenibile degli edifici pubblici, attraverso interventi volti all’efficientamento energetico.

 

Quarto punto: Commercio come motore di sviluppo.

Allea punta molto sul rilancio del commercio nel Centro Storico, attraverso vari interventi: creazione di uno sportello di consulenza per il sostegno delle attività commerciali presenti; progetti di rigenerazione urbana;sostegno per l’utilizzo temporaneo di spazi e negozi; sostegno all’apertura di nuovi esercizi attraverso un programma di incentivi; promozione congiunta delle attività; collaborazione con associazioni per iniziative ed attività. Previsto inoltre il lancio di un progetto pilota per promuovere l’artigianato locale e i prodotti locali a km0, oltre a tutti quei prodotti che costituiscono un’eccellenza del lago Maggiore. Presente anche la proposta di una strategia di marketing e promozione territoriale, che passi anche per il coordinamento con i Comuni del basso Verbano, ponendoci come obiettivo i paesi stranieri e i nuovi mercati.

Quinto punto: gestione strategica di ambiente e territorio.

Prioritaria è la concretizzazione del progetto per la nuova sede della Canottieri de Bastiani, individuando la migliore soluzione possibile ed attuabile in tempi rapidi. Altra urgenza è quella di predisporre la riapertura del chiosco La Noce in tempo per la stagione estiva 2020; favorire la trasformazione dell’area della Marina e della zona limitrofa, per incentivare lo sviluppo della nautica e del turismo che da essa deriva. L’impegno è poi per la viabilità dell’area scuole e ospedale, per risolvere le criticità dell’area e la viabilità della zona intorno alle scuole e all’ospedale, e un ripensamento del sistema parcheggi, migliorandone l’offerta per agevolare i residenti. Importante la valorizzazione dei siti di pregio naturalistico, come la Palude Bruschera, e porre l’accento su una sostenibilità del territorio, con l’installazione di colonnine elettriche per le auto. Infine, fondamentale la gestione dei rifiuti, che crea vere e proprie emergenze nel periodo estivo, oltre al decoro urbano.

Tag:

Leggi anche:

  • Ad Angera nasce il gruppo di lavoro per l’ospedale Ondoli

    Il gruppo civico Allea mantiene un forte legame con i cittadini che lo hanno supportato in campagna elettorale e ribadisce la volontà di lavorare per il bene della comunità. In questi mesi di incontri con le frazioni, partecipazione agli eventi della vita cittadina, sono state molte le
  • “Angera, la città della mongolfiera” è anche solidale

    Il grande evento promosso lo scorso fine settimana da Idrovolo Sesto Calende in collaborazione con l’amministrazione comunale di Angera e l’associazione CortoMaggiore è stato un successo e presto il ricavato della manifestazione sarà donato alle tre associazioni del territorio beneficiarie
  • Suona la campanella, ma ad Angera si rischia di perdere lo scuolabus

    Da pochi giorni le famiglie degli studenti che usufruiscono del servizio comunale di accompagnamento a scuola tramite scuolabus sono state informate di importanti cambiamenti. L’Amministrazione Comunale all’ultimo minuto ha deciso di utilizzare un solo scuolabus, anziché due come fino
  • Milo Manica, tra i più giovani candidati sindaco in provincia di Varese

    La lista civica Allea presenta il programma per far ripartire Angera. Spiega Milo Manica, 26 anni, candidato sindaco alla guida di Allea, ricercatore e naturalista, da anni impegnato nel volontariato ambientale e sociale:“Il fatto che Angera sia una bella cittadina non basta per