Alessandra Mussolini a Varese. Per “rilanciare” Forza Italia

L'eurodeputata forzista sarà ospite della provincia di Varese, dove incontrerà il sindaco del capoluogo Attilio Fontana e il candidato sindaco di Saronno Pierluigi Gilli

29 marzo 2015
Guarda anche: Varese Città
2015-03-29 23.15.33

Lunedì 30 marzo dalle 11.30 sarà in visita a Varese, ed in altri luoghi della provincia, l’eurodeputata Alessandra Mussolini.

Il programma

· ore 11,30: incontro presso il Palazzo Comunale di Varese con il Sindaco Avv. Attilio Fontana;

· ore 12,30: incontro presso la sede di Forza Italia in via Carrobbio, 19 a Varese con gli iscritti ed i simpatizzanti del partito;

·  ore 13,15: pranzo presso il ristorante “Relais sul Lago”- Via Macchi, 61 a Varese;

·  ore 16,15 incontro con gli iscritti ed i simpatizzanti di Forza Italia a Saronno c/o “Villa  Gianetti” – Via Roma, 14-20 e con il candidato sindaco di Saronno Pierluigi Gilli.

 

Tag:

Leggi anche:

  • Centrodestra “Un programma per l’Italia”

    La campagna elettorale del centrodestra alle prossime elezioni regionali del 4 marzo si suddivide in 10 punti. 1. Meno tasse Riforma del sistema tributario con l’introduzione di un’unica aliquota fiscale (Flat tax) per famiglie e imprese con previsione di no tax area e deduzioni a esenzione
  • Leonardi sulla vicenda Molina “La situazione è tra il tragico e il ridicolo”

    “La vicenda del Molina con la sentenza del TAR Lombardia pubblicata in questi giorni che riammette i componenti del consiglio d’amministrazione al proprio posto e dà al Sindaco Galimberti la funzione di vigliare sulla Fondazione riaccende il faro su una delle vicende più torpide della
  • Berlusconi “Propongo il reddito di dignità”

    Nuova proposta elettorale annunciata dall’ex presidente del Consiglio; durante l’ultima intervista rilasciata ai microfoni di Radio 101, Silvio Berlusconi ha annunciato l’iniziativa definita reddito di dignità, ovvero la sua soluzione per contrastare l’emergenza della povertà in
  • Roberto Leonardi (FI) commenta l’espulsione di Gaetano Iannini

    “Che disastro le liste civiche e che disastro la Lista Galimberti. Chi si dimette, chi si dimette prima per non essere espulso e chi alla fine viene espulso. E pensare che qualcuno ancora scrive che la politica varesina è fatta dalle liste civiche perché i partiti non esistono più. Non credo