Addio a Hugh Hefner, il fondatore di Playboy

La rivista Playboy ha diffuso nelle prime ore di questa mattina la notizia della morte del suo fondatore, avvenuta nella tarda serata di mercoledì

28 settembre 2017
Guarda anche: AperturaMondo

E’ scomparso oggi all’età di 91 anni il fondatore della rivista più famosa al mondo, Playboy. La notizia è stata diffusa tramite un comunicato stampa dove si legge che Hefner sarebbe deceduto per cause naturali nella serata di mercoledì presso la sua abitazione. Al suo fianco i famigliari.

Hefner, con la creazione della rivista e del marchio depositato nel 1953, è considerato oggi in tutto il mondo uno dei maggiori interpreti della rivoluzione sessuale moderna. Assieme al nome della rivista, anche il suo divenne un “marchio” per molti anni:  per decenni diventarono celebri i party nelle dimore di Playboy a Chicago e poi a Los Angeles, dove indossava sempre un pigiama in seta tenendo in mano la pipa.

Quella di Hefner è stata un’intuizione geniale che ha segnato la seconda metà del Ventesimo secolo. Indimenticabile la sua Marilyn Monroe, lanciata come “bomba sexy” grazie alla quale in un solo anno la tiratura della rivista Playboy raggiunse le 200mila copie arrivando ai 5 milioni in alternati anni.

Un grande e radicale cambiamento arriva nel 2015 quando Hugh Hefner decise di non pubblicare più foto di nudi integrali in risposta allo strapotere di internet. La missione di Hugh è stata perseguita fino alla fine: mostrare donne graziose, sorridenti e poco vestite incarnate col tempo nel simbolo delle conigliette di Playboy, ruolo impersonato da numerosissime star di Hollywood.

Tag:

Leggi anche: