VERDE URBANO: “Uno sguardo oltre il giardino”. Al via la campagna per la cura del verde privato

Il Comune chiede ai varesini di mantenere in ordine siepi e alberi dei giardini privati che confinano con le strade pubbliche

17 ottobre 2016
Guarda anche: Varese
comune varese palazzo estense

comune varese palazzo estenseUna città più bella passa anche dall’impegno di ciascuno di noi. E’ questa la sfida che oggi l’amministrazione comunale ha lanciato ai cittadini che possiedono un giardino ma che per vari motivi tendono a non curare il verde, in particolare siepi e alberi che sporgono sulle strade e sui marciapiedi pubblici. Parte oggi quindi la campagna per di sensibilizzazione e informazione per la cura del verde privato: “Uno sguardo oltre il giardino” che durerà fino al 30 novembre, data utile per i cittadini anche per procedere alla sistemazione delle situazioni più problematiche. I dettagli della campagna sono stati illustrati oggi in conferenza stampa dal sindaco Davide Galimberti, il vicesindaco Daniele Zanzi e da Dino De Simone, assessore all’Ambiente.

Negli ultimi mesi abbiamo effettuato tanti sopralluoghi in tutta la città e ci siamo resi conto che in troppi punti di Varese il verde che sporge dai giardini privati costituisce un problema, sia di sicurezza che di decoro per una città conosciuta anche con il nome di Città Giardino. Ci auguriamo quindi che grazie a questa campagna di sensibilizzazione nelle prossime settimane con l’aiuto e la partecipazione di tutti i varesini si possano risolvere tante situazioni non più accettabili“. Questo il commento del vicesindaco Daniele Zanzi.

Tante sono state anche le segnalazioni pervenute dagli stessi cittadini che riscontrano a volte anche la difficoltà di percorrere, sia a piedi che in auto, alcune strade comunali a causa del cattivo stato di manutenzione di siepi ed alberature o della presenza di vegetazione incolta e spontanea che sporgendo dalla proprietà privata invade i marciapiedi e la sede stradale, talvolta oscurando anche i lampioni pubblici che devono illuminare di notte la città.

Una delle preoccupazioni dell’amministrazione comunale di fronte al cattivo stato di manutenzione di alcuni giardini è anche legata all’avvicinarsi della stagione autunno-invernale, periodo che potrebbe aggravare le condizioni di fruibilità degli spazi a causa della ridotta illuminazione naturale. Ma anche le possibili nevicate potrebbe costituire un problema  con un aumento dei potenziali rischi di crolli dovuti a carichi di neve sulle piante, oltre all’aumento della scivolosità dei marciapiedi.

Per questo motivi l’amministrazione comunale chiede ai proprietari di terreni confinanti con le strade comunali, vicinali o aperte al pubblico di:

1- mantenere costantemente, durante tutto l’arco dell’anno, le siepi in modo da non restringere o danneggiare la strada o limitarne la visibilità; si ricorda che gran parte delle siepi necessita di almeno un taglio di contenimento all’anno da eseguirsi dopo la conclusione del periodo di sviluppo annuale, in genere da metà agosto a tutto ottobre;
2- tagliare i rami e sterpaglie che si protendono oltre il confine stradale fino ad un’altezza che non danneggi gli automezzi che vi transitano;
3- tagliare i rami siepi e sterpaglie che protendono sulla strada nascondendo la segnaletica verticale presente;
4- rimuovere alberi spontanei sporgenti sulla pubblica strada.

I lavori di manutenzione dovranno sempre essere eseguiti secondo le regole della buona tecnica e ogni qual volta la vegetazione costituisca ostacolo al transito ed alla visibilità delle vie. Gli interventi dovranno essere effettuati almeno una volta all’anno, nel periodo idoneo. Per l’anno 2016 dovranno essere completati entro il 30 novembre.

Nell’avviso che da venerdì è stato diffuso dall’amministrazione si legge anche:
Data la peculiarità, quali-quantitativa, della vegetazione arborea della Città Giardino“, tutelata dall’apposito regolamento comunale del verde, e costituente un’importante ed imprescindibile caratteristica del paesaggio urbano, si specifica che, per alberi ornamentali di pregio seppur con rami o chioma sporgenti sulla pubblica via, tale avviso è limitato a reali casi di potenziale pericolo. In ogni caso, i tagli di raccorciamento a “filo proprietà” sono banditi per i danni fisiologici ed estetici che si produrrebbero al nostro comune patrimonio arboreo. Sarà quindi preferibile, ove necessario, eseguire il taglio ritornando verso la biforcazione più vicina o direttamente al tronco o alla branca principale“. Insomma decoro e pulizia sì ma rispettando il patrimonio di pregio di cui è dotata la nostra città.

Da venerdì, quindi, è partita la vera campagna di sensibilizzazione per una città più curata e bella. Durante queste settimane verranno informati i cittadini, realizzate attività di sensibilizzazione e incontri e sul sito verranno caricati video tutorial e foto per avere informazioni su come eseguire i lavori a regola d’arte. La campagna sul sito sarà alla pagina: www.comune.varese.it/unosguardooltreilgiardino.
Il personale dell’Attività Verde Pubblico sarà sempre a disposizione per fornire tutte le delucidazioni tecniche ai cittadini nei casi dubbi (tel. 0332 255360 – 255363 -255354).

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti