Varese: una Notte dei Ricercatori con università, Osservatorio e Jrc di Ispra

Folto il programma degli eventi garantiti da Insubria e Liuc

17 settembre 2015
Guarda anche: AperturaVarese
univ

Parola d’ordine “incontrarsi”: venerdì 25 e sabato 26 settembre ritorna l’iniziativa “MEETmeTONIGHT – La Notte dei ricercatori”, con l’obiettivo di fare incontrare l’Università e la Città, mostrando ai cittadini e alle scuole di Varese e provincia la realtà dell’Università degli Studi dell’Insubria e LIUC – Università Cattaneo.
MEETmeTONIGHT – La Notte dei ricercatori è un’iniziativa europea che ha luogo in trecento città italiane e straniere e mira a far conoscere in maniera semplice e divertente la figura del ricercatore universitario.
A Varese l’iniziativa è organizzata in due giornate distinte: il venerdì mattina, 25 settembre, il Campus universitario di Bizzozero si apre per accogliere gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e di secondo grado; il sabato pomeriggio, 26 settembre, l’Università si porta in città organizzando una serie di eventi culturali, scientifici, sportivi, nelle strade e nelle sedi del centro cittadino.
La manifestazione – oltre ad avere il patrocinio del Comune di Varese e della Provincia di Varese e il sostegno di Camera di Commercio di Varese – quest’anno conta sulla rodata collaborazione con l’Osservatorio Campo dei Fiori e sulla presenza di un nuovo partner, il Joint Research Centre JRC di Ispra, che organizzerà MEETmeTONIGHT – visit the JRC”, mettendo a disposizione del pubblico interessato navette gratuite per conoscere il nuovo Centro Visitatori e il Sylvia’s Lab (evento su prenotazione da effettuare attraverso il sito o via mail: https://web.jrc.ec.europa.eu/rem/app.html?#/subscription-form-screen/meetingId=38073 o via mail JRC-ISPRA-VISITS@ec.europa.eu).
“La Città in Università”, ossia il programma di iniziative di venerdì mattina è destinato alle Scuole e richiede la prenotazione all’indirizzo: notte.varese@uninsubria.it. Il Campus di Bizzozero a Varese ospiterà oltre trenta iniziative distinte per fascia di età, curate dai ricercatori dell’Università dell’Insubria e della LIUC. Per tutta la mattinata – dalle ore 8,30 alle ore 12,30 – sono in programma lezioni a tema, laboratori, dimostrazioni e giochi nel Campus; tra le nuove proposte, per esempio, “CoderDojo – Crea la tua prima App” (dai sei anni) e “Lo strano caso dell’enzima in giallo: come si investiga in laboratorio” (dai 14 anni).

Sabato 26 settembre, nel pomeriggio, dalle ore 15,00 alle 19.00, è “l’Università in città” con una serie di iniziative aperte alla cittadinanza.
Si parte con “L’Università dei quattro cantoni” a Piazza Monte Grappa e Via Volta: Piazza Monte Grappa sarà divisa in quattro angoli (i “cantoni”): “Angolo dello Sport”; “Angolo degli Esperimenti”, con l’allestimento di semplici esperimenti da effettuare e far effettuare in prima persona dal pubblico; oltre agli stand di UnInsubria e LIUC, saranno presenti stand del Joint Research Centre JRC di Ispra e dell’Osservatorio Astronomico Schiaparelli; “Angolo di Parola di Scienza” propone “Aperitivi ad alto tasso scientifico” sui temi: La Genetica del sesso e Celiachia, Allergia e intolleranze alimentari; “Angolo del Rettore”, anzi, i Rettori all’Angolo: è una sorta di Question time rivolto ai Magnifici Rettori di UnInsubria, professor Alberto Coen Porisini, e il neoeletto rettore LIUC, professor Federico Visconti, moderato dagli studenti del Corso di Laurea di Scienze della Comunicazione dell’Università dell’Insubria e della Radio di LIUC (ore 17).
Nella centrale piazza Cacciatori delle Alpi sarà possibile ascoltare una spiegazione, a cura del professor Andrea Spiriti, storico dell’arte dell’Università degli Studi dell’Insubria, sulla Chiesa di San Martino, notevole esempio di architettura dipinta abbinata alle pitture murali di Pietro Antonio Magatti e Francesco Maria Bianchi, importante testimonianza del rococò varesino settecentesco.
Sabato 26 settembre, alla sera, dalle ore 20.30 alle 00.30, “l’Università in Città” si sposta: in prima serata al Teatro di Varese, dove andrà in scena lo spettacolo “Che fatica sopravvivere!”, un format comico di divulgazione scientifica sui predatori, a cura di Francesco Tomasinelli e Antonio Ornano (Zelig), a ingresso libero e gratuito.
Il gran finale è dantesco “…e quivi uscimmo a riveder le stelle” all’Osservatorio Astronomico Schiaparelli, al Campo dei Fiori, i cinquanta che si saranno prenotati nei giorni precedenti all’indirizzo www.astrogeo.va.it andranno al Campo dei Fiori per una osservazione astronomica guidata.
Per info, per iscrizioni, per scaricare il programma di MEETmeTONIGHT – La Notte dei ricercatori, consultare la pagina: http://www4.uninsubria.it/mmt15.html.

Tag:

Leggi anche:

  • Riparte la stagione estiva alle Bettole

    Si alza il sipario sulla grande stagione estiva de Le Bettole di Varese. Domani sera (prima gara alle ore 20.20), infatti, l’ippodromo varesino aprirà le sue porte per il primo dei 13 appuntamenti ippici in programma nella Città Giardino tra giugno, luglio e agosto. Se domani, come afferma
  • Europeo under 21 – Bernardeschi castiga la Germania, Italia in semifinale

    Impresa della nazionale under 21 che grazie ad un gol al 31′ della ripresa di Bernardeschi, e grazie anche alla vittoria della Danimarca per 4 a 2 sulla Repubblica Ceca, vola in semifinale in quest’europeo under 21. La Germania è battuta dunque ma si qualifica come seconda del girone
  • Torna la Basket Fest: il 15 luglio tutti in piazza Monte Grappa

    Sabato 15 luglio il centro di Varese ospiterà la #VareseBasketFest 2k17. In piazza Monte Grappa, dalle 10.30 alle 24, si svolgerà il classico torneo di basket 3vs3 (Senior maschile e femminile, Under e Minibasket) organizzato dalla Pallacanestro Vareseinsieme al Comune di Varese, al Trust “Il
  • Fondazione Piatti Bike tour 2017: pedala con noi e diventa ambasciatore dell’inclusione sociale

    Fondazione Renato Piatti onlus, grazie al supporto organizzativo della Società Ciclistica Alfredo Binda, presenta la 3° edizione del Fondazione Piatti Bike Tour: un evento non competitivo dedicato agli amanti del ciclismo che vogliono misurarsi su un percorso costruito collegando 6 centri di