Varese, salta il consiglio comunale sul Bilancio. Débâcle del centrodestra

I partiti di maggioranza non sono riusciti a garantire il numero legale. L'opposizione fuori dall'aula

11 maggio 2016
Guarda anche: PoliticaVarese Città
FB_IMG_1462921171931

Il centrodestra “affonda” sul Bilancio. La seduta del consiglio comunale di ieri sera, dove avrebbe dovuto essere approvato il Bilancio di previsione 2016, è saltata.

In aula, al momento dell’appello, erano infatti presenti solo 15 eletti, il sindaco Attilio Fontana e 14 consiglieri comunali.

Due in meno rispetto al numero legale di 17 membri.

Hanno pesato le assenza della Lega Nord, ovvero quattro consiglieri comunali, i quali sono arrivati quando ormai l’appello era già stato fatto e la seduta sospesa. Ma a far mancare il numero legale è stata la decisione dei partiti di opposizione di abbandonare l’aula, una volta visto che il centrodestra non aveva abbastanza consiglieri presenti. A scegliere di uscire e non essere presenti all’appello sono stati gli esponenti di Pd, Sel e Movimento 5 Stelle.

Ad andarsene anche due consiglieri su tre presenti della Lega Civica: Ennio Imperatore e Simone Malnati, mentre Mauro Pramaggiore è rimasto tra i banchi.
I democratici hanno quindi criticato la mancanza di consiglieri del centrodestra.
“Garantire il numero legale è fondamentale per la maggioranza che governa la città – ha detto il vicecapogruppo del Pd Luca Conte – soprattutto se l’argomento è il Bilancio. Ora, sono veramente pronti a candidarsi per governare la città?”.
Il democratico Andrea Civati ha sottolineato come “la Lega, con quattro assenze, ha affossato Fontana”. E Giampiero Infortuna: “Questa situazione è sempre in linea con la mancanza di responsabilità, dimostrata in questi anni, da parte della giunta”.

 

La seduta è stata riconvocata per lunedì 16 maggio.
“Ci sono stati equivoci sull’orario di convocazione – ha spiegato il presidente del consiglio comunale Roberto Puricelli – certo, la minoranza che si candida a governare la città avrebbe potuto avere un atteggiamento più responsabile”.

Il forzista Piero Galparoli e il segretario cittadino di Ncd Giovanni Chiodi attaccano la Lega Civica: “Due consiglieri sono usciti dall’aula. Il loro atteggiamento è stato irresponsabile, visto che fanno ancora parte della maggioranza”.

Tag:

Leggi anche: