Varese: risveglio sotto la neve – In aggiornamento

Pochi disagi in città, qualche problema in più sulle strade dell'Alto Varesotto. Nevicata in aumento in tarda mattinata

05 marzo 2016
Guarda anche: Varese
toeplitz

La mattinata di sabato 5 marzo ha visto, per la prima volta nell’inverno 2015-2016, la città di Varese ricoperta da uno strato di neve.

Nella zona del Gallaratese e del Bustese ha predominato la pioggia, mentre dai laghi verso nord la “dama bianca” è comparsa sin dalla notte, pur risultando, perlomeno nel capoluogo e nei Comuni limitrofi, estremamente bagnata e limitandosi dunque ad una manciata di centimetri. Già dal pomeriggio la quota neve dovrebbe innalzarsi attorno agli 800 metri, tramutandosi in pioggia più in basso: verso metà mattina, stranamente, la nevicata si è intensificata e, con essa, sono aumentati i problemi viabilistici.

In ogni caso, nelle vie cittadine non si registrano ad ora disagi particolarmente significativi, al netto di qualche intervento dei Vigili del Fuoco per caduta di rami e di un incidente che ha bloccato un autobus della linea A in via Conca d’Oro, tra Bosto e viale Europa. Qualche problema in più per i pedoni, costretti spesso a camminare sulla carreggiata vista la mancanza di pulizia dei marciapiedi (che spetterebbe ai privati cittadini nei tratti limitrofi alle proprie abitazioni).
Situazione più complessa in Valganna, in particolare nella zona di Cugliate-Fabiasco, mentre un autoarticolato ha bloccato il traffico di Pedemontana in direzione Svizzera, costringendo alla chiusura dello svincolo di Gazzada.

Aggiornamento ore 13.35: con diverse ore di ritardo, la neve sta lentamente virando in pioggia sulla città di Varese, dove si registrano poco meno di 10 cm al suolo. Sino a pochi minuti fa si segnalavano blocchi stradali sulla salita di viale Belforte (dall’Iper verso il centro cittadino) e nella zona tra Gazzada e Varese. Molto più complicata la situazione nel Luinese, dove un bus di Autolinee Varesine è rimasto coinvolto in un incidente. Forti disagi sulle ferrovie, in particolare lungo la Laveno-Varese-Saronno-Milano nei tratti tra Varese e Malnate e tra Casbeno e Barasso.

Aggiornamento ore 14.41: situazione in graduale miglioramento dal punto di vista viabilistico. Nelle ore precedenti si sono però registrati numerosi blackout o semplici cali di tensione elettrica a macchia di leopardo su tutto il Varesotto, in particolare nelle zone del Lago Maggiore (da Sesto Calende a Luino), a Vergiate e persino nel capoluogo, soprattutto nel rione di Casbeno.

Aggiornamento ore 17.11: a Varese città anche la pioggia ha smesso di cadere. Se le temperature torneranno intorno agli 0° nelle prossime ore, come sembra dalle previsioni, saranno molto probabili forti gelate su strade e marciapiedi: massima prudenza, dunque, per il pericolo ghiaccio. Intanto proseguono i blackout a macchia di leopardo a causa dei continui problemi sulla rete elettrica: al momento, l’autostrada A8 è stata riaperta integralmente anche nel suo tratto terminale.

Tag:

Leggi anche: