Varese: matematici da tutto il mondo a Villa Toeplitz

Evento di quattro giorni organizzato dall'Università dell'Insubria

22 aprile 2016
Guarda anche: MondoVarese Città
matematica-1

Ancora un appuntamento con la matematica di altissimo livello a Varese: dal 2 al 5 maggio infatti, a Villa Toeplitz (via G.B. Vico 46) la RISM (Riemann International School of Mathematics) ospita l’undicesima edizione del meeting italo-francese dedicato al tema “Non-Commutative Geometry”.

Negli ultimi tre anni il trinomio “Università dell’Insubria – RISM – Varese” è diventato un appuntamento consolidato nel panorama della Matematica mondiale: l’evento, infatti, richiama una ventina di Matematici provenienti da Paesi Bassi, Germania, Stati Uniti, Danimarca, Francia e da diverse Università Italiane. L’organizzazione scientifica dell’evento è affidata a Daniele Cassani, direttore della RISM; Fabio Cipriani, Politecnico di Milano; Daniele Guido, Università degli Studi di Roma Tor Vergata; Giovanni Landi, Università degli Studi di Trieste; Stefhane Vassout, Université Diderot-Paris 7; Jean-Luc Sauvageot, C.N.R.S. e Université Diderot-Paris 7.

I lavori saranno inaugurati lunedì 2 maggio, alle ore 14.30, nella sala al primo piano di Villa Toeplitz.

«La Geometria Noncommutativa è creazione del matematico francese Alain Connes, insignito della medaglia Fields nel 1982, l’equivalente del premio Nobel per la Matematica e che viene assegnato ogni quattro anni a studiosi che non abbiano ancora compiuto quarant’anni. Sotto l’influenza di idee dovute a J. von Neumann sulla Geometria Continua, la teoria affonda le radici negli aspetti fondamentali della Fisica Quantistica, dove posizione e velocità dei costituenti atomici della materia non possono essere misurati simultaneamente con precisione arbitraria. La Geometria Noncommutativa ha rivoluzionato molte, per non dire tutte le aree della Matematica, dando la possibilità di estendere l’idea di “spazio geometrico” a oggetti precedentemente considerati singolari. Come esempi fra molti, basti pensare alla nuova strada aperta dalla Geometria Noncommutativa nell’attaccare l’Ipotesi di Riemann, problema aperto nella Teoria dei Numeri da quasi 160 anni, e al supporto spettrale fornito allo spazio-tempo che genera il Modello Standard unitario nella Fisica Quantistica sulla base di considerazioni generali». Sottolineano i professori Daniele Cassani, Università dell’Insubria e Fabio Cipriani, Politecnico di Milano.

L’evento è realizzato dalla Riemann International School of Mathematics, in collaborazione con Centre National de la Recherche Scientifique; Istituto Nazionale di Alta Matematica; Laboratorio Ypatia Scienze Matematiche.

Per partecipare all’evento la registrazione è gratuita ma obbligatoria.

Per info: www.rism.it.

Tag:

Leggi anche:

  • Draghi Valle Olona: a settembre una nuova avventura per il Minibasket

    Partirà a Settembre una nuova avventura per il Minibasket grazie alla collaborazione tra Polisportiva Sportpiu, Scuola Basket Castellanza e A.S.D. Draghi Gorlazy di Gorla Maggiore: la Scuola Minibasket Draghi Valle Olona, il primo centro sovraterritoriale della zona! Il Progetto concretizza
  • Riqualificazione del campo da rugby di Giubiano, accordo firmato

    Questa mattina a Roma è stata firmata la convenzione tra il Coni e i 32 Enti locali che hanno presentato, e sono stati selezionati, nell’ambito del bando “Fondo Sport e Periferie”, dedicato alla riqualificazione degli impianti sportivi italiani. Tra i comuni presenti a Roma c’era anche
  • Un percorso mondiale per la 2° edizione della Gran Fondo Tre Valli Varesine

    La 2° edizione della Gran Fondo Tre Valli Varesine, in programma a Varese sabato 30 settembre (crono) e domenica 1° ottobre (gran e medio fondo) sarà una gara da non perdere. Entrata da quest’anno nel circuito UCI GRAN FONDO WORLD SERIES la Gran Fondo Tre Valli Varesine 2017 sarà una prova
  • Sanità: illustrato il modello di inclusione dell’Associazione Special Olympics

    Promuovere sempre di più lo sport come mezzo di inclusione sociale per i disabili intellettivi anche gravi e valutare anche la possibilità di individuare un riferimento regionale per la formazione di allenatori e istruttori dello sport unificato (l’attività motoria e sportiva fatta