Varese, Malerba: “Lasciate i partiti e unitevi a noi”

Appello del candidato sindaco ad entrare nella Lega Civica

17 febbraio 2016
Guarda anche: PoliticaVarese
Malerba Stefano

“Vogliamo una città onestà, trasparente, pulita. Una città da costruire insieme alla gente, che non è una massa informe di esigenze e bisogni, ma una grande comunità di persone, di individui, ai quali sogno di dare del tu, chiedendo loro di raccontarmi di sè, e di percorrere un pezzo di cammino insieme, nell’auspicio che ciascuno di loro possa contribuire alla Varese che vogliamo”.

Parole di Stefano Malerba, candidato civico a Sindaco di Varese, che dopo mesi di lavoro, studio, elaborazione dei contenuti, presenta ufficialmente la propria candidatura. Partendo da un concetto spesso abusato e frainteso: quello di civismo. “Essere civici – spiega Malerba – significa restituire la città ai cittadini, ricostruendo un tessuto di idee e di valori, di talenti e di progetti, che per troppo tempo sono stati sacrificati sull’altare pagano dell’interesse particolare”.

Ecco, l’interesse. Una parola che troppo spesso è stata confusa con affarismo, convenienze,
prepotenza e servilismo. E che Malerba, al contrario, vuole restituire a una dimensione collettiva, lungimirante, realmente progettuale. Cominciando dal PGT (piano di governo del territorio), che secondo il candidato civico andrà rielaborato ripartendo dal basso, dalla condivisione e da una visione urbanistica della città che non faccia riferimento agli appetiti del singolo, ma al benessere collettivo”.

Un compito impegnativo, cui Malerba si propone di lavorare insieme alla neonata Lega Civica, nuovo soggetto politico del quale il candidato si definisce “organico”, grazie alla condivisione di vedute, spirito e valori e grazie alla forte discontinuità che la Lega Civica esprime in termini di contenuto e di organizzazione.

A differenza dei partiti, imprigionati in una gabbia verticistica, autoreferenziale e antidemocratica, la Lega Civica va articolandosi secondo un modello aperto, basato sul confronto. A Varese, ad oggi, sono 52 club che aderiscono ufficialmente alla Lega Civica. Parliamo di centinaia di varesini, decisi a cambiare il modo di fare politica in città. Un piccolo esercito di persone che a Marzo daranno vita alla prima assemblea della Lega Civica.

“Per questo – conclude Malerba – lancio un appello a tutti coloro che oggi vivono con disagio la propria appartenenza al partito: iscritti, simpatizzanti, militanti, che hanno deciso di mettersi in gioco e di lavorare per la propria comunità, ma che non riescono a trovare spazio, perché prigionieri di partiti sclerotizzati o dominati a bacchetta dal capetto di turno. A tutti loro dico: venite con noi, entrate nella Lega Civica. La porta è aperta. Ora un’alternativa è davvero possibile”.

Tag:

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare