Varese: in piazza Repubblica arresto in flagranza per una ladra

Una quarantenne romena ha sottratto il portafoglio ad un'anziana: arresto immediato

16 settembre 2015
Guarda anche: AperturaVarese
Poliziaintervento

In data odierna, alle ore 12.30 circa, in piazza della Repubblica, nei pressi del Centro Commerciale “Le Corti”, personale della Polizia di Stato in forza alla Questura di Varese ha proceduto all’arresto in flagranza di una quarentenne cittadina romena per il reato di furto aggravato ai danni di un’anziana donna, che aveva appena prelevato del denaro contante da uno sportello bancomat.

In particolare, un agente in borghese della Questura di Varese si insospettiva per la condotta anomala tenuta dalla donna straniera in seguito arrestata, in quanto la stessa si avvicinava all’anziana signora per prenderla sottobraccio ed indurla ad appartarsi con lei.

L’intuizione trovava conferma quando la straniera, che continuava a parlare insistentemente con l’anziana al fine di distrarla, inseriva una mano all’interno della borsa dell’inconsapevole vittima impossessandosi del suo portafoglio.

A questo punto l’agente interveniva unitamente alla pattuglia del Poliziotto di Quartiere in servizio nel centro cittadino e a un equipaggio della Squadra Volante, immediatamente allertato, che rendevano vano l’accenno di fuga della ladra, durante il quale la stessa tentava di disfarsi del portafoglio appena sottratto, bloccandola.

Dalla ricostruzione della dinamica fornita dalla vittima, una signora ultraottantenne di Varese, si apprendeva che la stessa, immediatamente prima di essere avvicinata dall’arrestata, aveva eseguito delle operazioni allo sportello bancomat di un  istituto di credito poco distante, motivo per il quale evidentemente era stata individuata come obiettivo dalla criminale.

La donna, a carico della quale sono emersi numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, veniva arrestata poiché colta nella flagranza del reato di furto aggravato mentre il portafoglio, all’interno del quale vi era la somma di circa 350 euro, veniva restituito alla legittima proprietaria che si era recata nel centro cittadino per degli acquisti.

Sono in corso accertamenti per verificare le responsabilità della donna arrestata riguardo altri episodi analoghi e se la stessa abbia operato con la complicità di altre persone.

 

Tag:

Leggi anche: