Varese: in piazza Repubblica arresto in flagranza per una ladra

Una quarantenne romena ha sottratto il portafoglio ad un'anziana: arresto immediato

16 settembre 2015
Guarda anche: AperturaVarese
Poliziaintervento

In data odierna, alle ore 12.30 circa, in piazza della Repubblica, nei pressi del Centro Commerciale “Le Corti”, personale della Polizia di Stato in forza alla Questura di Varese ha proceduto all’arresto in flagranza di una quarentenne cittadina romena per il reato di furto aggravato ai danni di un’anziana donna, che aveva appena prelevato del denaro contante da uno sportello bancomat.

In particolare, un agente in borghese della Questura di Varese si insospettiva per la condotta anomala tenuta dalla donna straniera in seguito arrestata, in quanto la stessa si avvicinava all’anziana signora per prenderla sottobraccio ed indurla ad appartarsi con lei.

L’intuizione trovava conferma quando la straniera, che continuava a parlare insistentemente con l’anziana al fine di distrarla, inseriva una mano all’interno della borsa dell’inconsapevole vittima impossessandosi del suo portafoglio.

A questo punto l’agente interveniva unitamente alla pattuglia del Poliziotto di Quartiere in servizio nel centro cittadino e a un equipaggio della Squadra Volante, immediatamente allertato, che rendevano vano l’accenno di fuga della ladra, durante il quale la stessa tentava di disfarsi del portafoglio appena sottratto, bloccandola.

Dalla ricostruzione della dinamica fornita dalla vittima, una signora ultraottantenne di Varese, si apprendeva che la stessa, immediatamente prima di essere avvicinata dall’arrestata, aveva eseguito delle operazioni allo sportello bancomat di un  istituto di credito poco distante, motivo per il quale evidentemente era stata individuata come obiettivo dalla criminale.

La donna, a carico della quale sono emersi numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, veniva arrestata poiché colta nella flagranza del reato di furto aggravato mentre il portafoglio, all’interno del quale vi era la somma di circa 350 euro, veniva restituito alla legittima proprietaria che si era recata nel centro cittadino per degli acquisti.

Sono in corso accertamenti per verificare le responsabilità della donna arrestata riguardo altri episodi analoghi e se la stessa abbia operato con la complicità di altre persone.

 

Tag:

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare