Varese: Galimberti incontra l’Arcigay

Piena disponibilità del nuovo primo cittadino a combattere contro le discriminazioni e a lottare contro l'omotransfobia

29 giugno 2016
Guarda anche: Varese
omotrans arcigay pride

Nella giornata di martedì, il presidente di Arcigay Varese Giovanni Boschini ha incontrato il nuovo sindaco di Varese.

Tra i vari temi trattati la lotta contro l’omotransfobia per la quale il nuovo sindaco ha assicurato massima disponibilità e “porte sempre aperte” per trattare i temi della discriminazione, anche in collaborazione con i Servizi Sociali.
A tal proposito, il sindaco si è dichiarato disponibile a firmare una carta d’intenti che farà entrare il comune di Varese nella rete READY nazionale (rete contro le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere), che prevede:

a. azioni volte a promuovere l’identità, la dignità e i diritti delle persone lgbt e a  riconoscere le loro scelte individuali e affettive, della vita familiare,  sociale, culturale, lavorativa e della salute;
b. azioni conoscitive sul territorio per individuare i bisogni della popolazione lgbt e  orientare le politiche, attingendo anche dalle esperienze degli attori locali;
c. iniziative culturali finalizzate a favorire l’incontro e il confronto fra le differenze;
d. azioni di informazione e sensibilizzazione pubblica rivolta a tutta la popolazione;
e. azioni informative e formative rivolte al personale dipendente del Comune.

Sul Varese Pride il Sindaco si è complimentato per l’ottimo risultato confermando la propria disponibilità a patrocinare l’evento.

“Abbiamo visto massima disponibilità nel trattare queste tematiche anche a Varese, dopo anni di mozioni a tutela della famiglia naturale o sull’inesistente teoria del gender, che hanno leso il rapporto con la comunità omosessuale e transessuale varesina. Purtroppo il sindaco ha ribadito che non verrà al Varese Pride perché ha un ruolo istituzionale e deve essere il sindaco di tutti, anche di chi è contro, ma crediamo che, proprio perché è il sindaco di tutti, dovrebbe presenziare all’evento. Intanto ha accettato la spilla del Varese Pride, nel 2017 avremo modo di confrontarci.” – dichiara il presidente di Arcigay Varese, presente all’incontro. “Non si tratta di prendere le parti di una fazione, ma di difendere i diritti umani”.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti