Varese, Esterno Notte 2015

Giovedì 25 giugno si aprirà la fortunata rassegna varesina dedicata al cinema

17 giugno 2015
Guarda anche: Culture e SpettacoloLaghiTradateVarese
cinema-allaperto

La ventottesima edizione della rassegna si preannuncia ricca di emozioni, grazie alla proiezione di tre tra i film più importanti dell’ultimo anno. Non mancherà neanche la musica con il Black & Blue Festival, la Notte Folk e molte altre iniziative.

Mia madre, ultimo film di Nanni Moretti, American Sniper di Clint Eastwood e The Imitation Game di Morten Tyldum questi alcuni dei film che saranno proiettati in questa edizione di Esterno Notte, manifestazione tanto longeva quanto, ora più che mai, imprescindibile, in grado di coinvolgere un pubblico vasto e appassionato, sempre più fedele al richiamo del grande schermo.

La rassegna, che va dal 25 giugno al 3 settembre, coerentemente continua a mettere in rete il capoluogo e altre città della provincia varesina, con la collaborazione di tante amministrazioni comunali insieme ad un’associazione ben radicata in provincia (Filmstudio 90, fedele ai principi degli esordi) che continua a credere nella promozione della cultura cinematografica e dello spettacolo di qualità. Come diciamo spesso, infatti, le buone idee non possono andare in vacanza, perché sia chi resta in città sia chi torna dalle ferie deve poter trovare un buon rifugio dove passare una serata in compagnia, recuperando un buon film o facendosi prendere dalla curiosità di trovare proposte originali ed accattivanti.

Con Varese, traino fondamentale della rassegna con un totale di 43 serate, troviamo anche Carnago, Castiglione Olona,  Inarzo, Laveno, Tradate e Viggiù,  che partecipano attivamente a un progetto ricco di sorprese che presenta i migliori film della stagione, prime visioni d’essai, serate per tutta la famiglia e serate all’insegna del blues, con piccole ma interessanti puntate nel folk e nel jazz.

Sono proposte stimolanti e spesso originali, realizzate come sempre in luoghi di grande fascino, che davvero contribuiscono a rendere “uniche” tutte le serate di spettacolo anche perché sono ospitate in parchi pubblici e ville di pregio, a cominciare dai Giardini Estensi di Varese che rimane da sempre la location più prestigiosa (quest’anno affiancata dal Parco Mantegazza e dal Castello di Masnago per due nottate davvero straordinarie, il 3 e 4 luglio, all’interno del Festival di Convergenze!). Senz’altro  possiamo dire che il successo della rassegna si deve anche a loro, ai parchi e alle ville che ospitano gli spettacoli,  luoghi davvero magici che, come un buon film, rimangono a lungo negli occhi e nel cuore.

Uno sguardo al programma: per quanto riguarda il cinema, non potevano mancare Youth – La giovinezza di Paolo Sorrentino e Il racconto dei racconti di Matteo Garrone, in un calendario fittissimo di titoli di grande successo, da Il giovane favoloso a Selma, da L’Ultimo lupo a Il nome del figlio, dal premiatissimo Birdman a La teoria del tutto. Completano il programma  film d’autore che meritano di essere scoperti subito, come Vizio di forma di Paul Thomas Anderson,  Le regole del caos di Alan Rickman, Ruth e Alex di Richard Loncraine, Vergine giurata dell’italiana Laura Bispuri.

Per i ragazzi e le famiglie non mancano i film di richiamo e autentiche chicche, come Minuscule di Giraud e Szabo, La storia della principessa splendente di I. Takahata o Il mio amico Nanuk di Brando Quilici e Roger Spottiswood.

Una piccola novità: quattro film, che nel programma sono segnalati con la dicitura “Expo for the Rights” (sono The Rice Bomber, Difret, Il sale della terra e Bekas), guardano nell’anno dell’Expo ai temi della sostenibilità, dell’uguaglianza, dei diritti dei popoli, valori che il miglior cinema di impegno civile sa avvicinare con grande sensibilità. Li segnaliamo perché, ovviamente, sono esempi di grande cinema!

Sul fronte musicale, che vede la riproposta del Music Meeting promosso dal CEM di Gallarate (5 luglio) ritorna la collaborazione con il Black & Blue Festival, per tre serate imperdibili (24, 25 e 26 luglio), con nomi del calibro di Playing for Change Band, Bud Spencer Blues Explosion e Mike Zito & The Wheels: grande blues di livello internazionale che merita davvero il bagno di folla.

Dopo il successo dei primi anni, ritorna la Notte Folk, quest’anno il 10 luglio, che vedrà sul palco i ritmi trascinanti di una banda davvero originale, Orto Sociale, cui segue il ritmo indiavolato dei Malapizzica, mentre il 2 settembre invitiamo a non perdere una performance speciale, con la proiezione di Aurora, mitico film di Murnau, con l’ intrigante l’accompagnamento dal vivo del Franco Donaggio Quintet, che presenterà ai Giardini Estensi una partitura scritta appositamente per il pubblico varesino.

Un grazie davvero sentito a tutte la Amministrazioni Comunali e agli sponsor (a cominciare da Oxo e COOP) che sostengono la manifestazione.

Per informazioni: Filmstudio 90, tel. 0332.830053, filmstudio90@filmstudio90.it.

 

 

Tag:

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare