Varese, crisi nel centrodestra. Puricelli (Forza Italia): “Baroni e Angelini dovrebbero dimettersi per coerenza dalla giunta”

Un lungo incontro di maggioranza, questa mattina, a Palazzo Estense. Presenti il sindaco Fontana, Caianiello, Bianchi e Puricelli. Oltre alle strategie per le provinciali, si è parlato del problema di Ncd e della sua ‘svolta’ a sinistra

25 Set 2014
Guarda anche: AperturaVarese Città
Conferenzafi

 

Un incontro per delineare le strategie del centrodestra alle provinciali. Ma non solo.

Perché il problema posto sul tavolo della riunione che si è svolta questa mattina, a Palazzo Estense, tra i vertici di Forza Italia e Lega Nord, alla presenza del sindaco Attilio Fontana, riguarda proprio il futuro nel Nuovo centrodestra all’interno della coalizione di maggioranza che governa il Comune. Dopo, infatti, che Ncd, su scelta del coordinatore provinciale Raffaele Cattaneo, ha deciso di sostenere alle provinciali il candidato del centrosinistra Gunnar Vincenzi, presentando una lista che corre insieme a quella del Pd, da più patti tra Fi e Lega è emerso il problema sul fatto di continuare ad avere i loro esponenti in maggioranza.

“È un problema che dovrà affrontare il sindaco Attilio Fontana – spiega Nino Caianiello, leader forzista, presente all’incontro – oggi di fatto sono loro ad essersi spostati dal centrodestra al centrosinistra. Noi abbiamo parlato di strategie provinciale, ma questo rientra tra i problemi che dovranno affrontare a livello comunale”. Il segretario provinciale leghista Matteo Bianchi lancia una battuta: “Visto che stasera c’è un incontro organizzato dal centrosinistra e dal movimento dei cipressi al Teatrino Santuccio, credo che debba andare il vicesindaco Carlo Baroni a parlare. Di fatto, dopo che Ncd si è spostato di là, è lui il loro referente”.

E Roberto Puricelli, coordinatore cittadino di Forza Italia, va dritto al sodo: “Io spero che entro il 12 ottobre Ncd possa rientrare e sostenere la nostra candidata, Silvana Alberio. Se così non fosse, dovrebbe essere i loro assessori, il vicesindaco Baroni e l’assessore Enrico Angelini, a dimettersi per coerenza”.

In ogni caso, se la “resa dei conti” avrà luogo dopo il 12 ottobre, e se effettivamente Ncd uscirà dalla maggioranza, l’intenzione di Fi è quella di non nominare nuovi assessori, e lasciare quindi la giunta di Varese a sette esponenti, per ottenere anche un risparmio.

 

Tag:

Leggi anche:

  • Anziani a rischio caduta ad Avigno, la Lega lancia l’allarme

    “Manca completamente da parte dell’Amministrazione di centrosinistra l’attenzione nei confronto dei rioni periferici. Un chiaro esempio è la situazione di via Vellone, ad Avigno, dove i residenti corrono seri rischi per la propria sicurezza a causa delle numerose buche
  • Grossi e Caleffi, dimissioni da Forza Italia

    “Nella mattinata di oggi, lunedì 26 novembre 2018, Io e Claudia Caleffi abbiamo presentato al coordinatore cittadino di Forza Italia Varese, Roberto Leonardi, le nostre dimissioni rispettivamente dai ruoli di coordinatrice e vice-coordinatrice di Forza Italia Donne Varese. Il percorso
  • Piero Galparoli entra in consiglio comunale

      In seguito alle dimissioni dal consiglio comunale di Carlotta Calemme, a prendere il suo posto sarà Piero Galparoli. > Varese, Carlotta Calemme si dimette dal consiglio comunale La presentazione del nuovo consigliere comunale, che entra a palazzo Estense per la lista di Forza Italia,
  • Fontana a Roma “Trenord una priorità per lo stato”

    Il problema dei trasporti è un tema all’ordine del giorno nell’agenda del presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana. Assieme all’Assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi, nella giornata di mercoledì 14 novembre si è recato a Roma per