Varese, Cosentino (Forza Italia): “Dietro il movimento dei cipressi, interessi politici”

Il vicecapogruppo di Fi attacca frontalmente la protesta contro il taglio degli alberi e accusa i suoi membri di strumentalizzazione

25 settembre 2014
Guarda anche: PoliticaVarese Città
Da sinistra Giacomo Cosentino e il sindaco Attilio Fontana

Il vicecapogruppo di Forza Italia Giacomo Cosentino attacca il “movimento dei cipressi”. E accusa i suoi leader di volere strumentalizzare la battaglia per fini politici in vista delle prossime elezioni.

“Nel mio intervento durante il consiglio comunale del 18 settembre scorso, avevo dichiarato con forza che la protesta dei cipressi era una grande bufala creata ad arte per portare avanti grossi interessi politici, ben nascosti dalla lotta per la vita delle piante (tema assai caro alla maggior parte dei cittadini). Non era difficile capirlo, bastava vedere chi sono le persone che hanno orchestrato a tavolino tutta l’operazione: tesserati PD, gente vicino all’estrema sinistra e finti comitati civici composti da persone che, da anni, cercano di rientrare in politica poiché silurati tempo fa” dichiara Cosentino.

“Sono stati davvero bravi a mettere in piedi un ottimo cinema mediatico, facendo salire su un albero un ragazzo-poeta che parla con gli scoiattoli e fa passare il messaggio che la nostra Amministrazione è composta da persone che vogliono uccidere gli alberi quando, invece, la piantumazione di nuovi alberi è in crescita –  continua Cosentino – le mie dichiarazioni ora trovano conferma: ecco spuntare, come un albero, a distanza di qualche giorno da quel consiglio comunale, il movimento pseudo politico Futuro senza radici; stanno già compilando le liste elettorali per le elezioni comunali del 2016 e organizzando la campagna elettorale. Hanno preso in giro una città intera facendo affermazioni spot e aggressioni verbali piene di menzogne”.

E quindi: “In questi giorni vari esperti del settore hanno confermato il fondamento delle ragioni che hanno indotto l’amministrazione a decidere di rimuovere i famosi cipressi dei Giardini estensi – in primis i danni che stanno subendo i tassi secolari per la troppa vicinanza-  e, da ultimo, anche il Direttore di Varesenews, nel suo editoriale del 23 settembre scorso, ritiene la protesta strumentale e valuta come serie le ragioni poste alla base della scelta dell’amministrazione. A fronte di ciò, sono ancor più vergognosi e persecutori gli attacchi e le allusioni fatte nei confronti dell’assessore Stefano Clerici e, pertanto, si sta valutando, insieme agli avvocati, di intraprendere azioni legali”.

 

Tag:

Leggi anche:

  • La Pallanuoto Banco BPM Sport Management sfida il CN Marsiglia

    È tutto pronto per la partita d’andata della semifinale di Len Euro Cup che domani alle ore 20.00 vedrà la Pallanuoto Banco BPM Sport Management ospite nella vasca dei francesi del CN Marsiglia. Non sarà una sfida facile per il sette di mister Marco Baldineti che andrà ad affrontare la
  • Due italiani sul podio della Coppa del Mondo di parapendio

    Il pilota Nicola Donini si è classificato secondo alla finale mondiale disputata a Roldanillo in Colombia e vinta dallo svizzero Michael Siegel. Il successo italiano è consolidato dal terzo posto di Joachim Oberhauser di Termeno (Bolzano). Eccellenti le prestazioni di Donini, ventiduenne di
  • Il Canottaggio mondiale ritorna a Varese con la Coppa del Mondo 2020

    Il Direttore Esecutivo della FISA Matt Smith ha informato il Presidente Federale Giuseppe Abbagnale che il Consiglio FISA, la Federazione Internazionale del canottaggio, riunitosi a Londra lo scorso week-end, ha assegnato a Varese la 2^ Coppa del Mondo in programma dal 1° al 3 Maggio 2020. Sempre
  • Pallanuoto Banco BPM Sport Management in trasferta contro la Rari Nantes Savona

    Tornerà in acqua sabato 20 gennaio alle ore 18.00 la Pallanuoto Banco BPM Sport Management che chiuderà il girone d’andata del campionato di serie A1 maschile con la sfida sul campo della Rari Nantes Savona. Una partita da prendere con le dovute cautele, perché dall’altra parte la formazione