Varese capitale europea della Via della Seta? Il governo cinese ci sta pensando. FOTO

La delegazione del governo di Pechino ha incontrato l'amministrazione comunale per verificare la possibilità di insediare a Varese un hub culturale e commerciale

21 ottobre 2015
Guarda anche: MondoVarese
IMG-20151020-WA0011

Tra Varese e la Cine c’è un legame sempre più stretto. Tanto che il governo cinese starebbe valutando di aprire nella Città Giardino una sede della “Via della Seta”.

Dopo il weekend, promosso a Varese dall’associazione Lombardia-Cina di Max Ferrari, che ha visto la presenza della delegazione dell’importante azienda immobiliare Vanke, guidato da Wang Shi, questa volta sono i delegati del governo cinese a Xian e Shaanxi per il programma della Nuova Via della Seta ad interessarsi alla Città Giardino. Ad incontrarli, ieri pomeriggio ad Expo, si è recato per conto della giunta comunale l’assessore Riccardo Santinon.
L’intenzione del governo cinese è quello “di insediare un hub culturale e commerciale in uno snodo importante che possa essere centrale in Europa” ha spiegato Santinon. E l’attenzione si è concentrata anche su Varese. “Per la posizione e la storia del nostro territorio, siamo infatti un candidato ideale – continua l’assessore comunale – Varese nei secoli passati è stata infatti un importante mercato, non dimentichiamolo”.

Santinon ha avuto modo quindi di parlare con la presidente della delegazione Chen Li e si è reso disponibile a fornire il supporto necessario per il giro di Varese che la delegazione ha intenzione di fare.

Leggi anche: