Varese calcio: il sindaco chiede l’ammissione alla D, c’è ottimismo

Per la nuova proprietà ancora due proposte sul tavolo, si decide a ore

22 luglio 2015
Guarda anche: SportVarese
varese calcio

Sfruttando l’apposito cavillo prescritto dai regolamenti Figc, il sindaco Attilio Fontana ha chiesto ufficialmente l’ammissione di una squadra rappresentante la città di Varese alla prossima serie D, il primo livello del campionato dilettantistico. 

Una mossa d’anticipo quella del primo cittadino, che in questi giorni si sta muovendo per mettere insieme una serie di dirigenti capaci di rifondare la società e soprattutto di garantirle una seria continuità gestionale per il medio/lungo periodo: sul tavolo sembrano esserci ancora due ipotesi, una legata a Massimo Trainito (che ha tentato sino all’ultimo di recuperare le risorse per iscrivere l’As Varese 1910 alla Lega Pro) e un’altra da un gruppo di imprenditori locali, tra i quali potrebbero esserci Paolo Orrigoni (Tigros) e Claudio Milanese (Econord) ulteriormente rafforzati da un paio di soci trovati da Riccardo Sogliano. Mentre Fontana ha dunque esercitato il passaggio formale per lasciare aperto quantomeno lo spiraglio della serie D, sembra questione di ore prima che si giunga ad una decisione sui nuovi proprietari del Varese e, di conseguenza, sull’assetto societario.

Tag:

Leggi anche: