Varese cala il poker sportivo nel canottaggio internazionale

Assegnati a Varese la World Cup 2020 e il Campionato europeo assoluto di canottaggio 2021, il Mondiale junior e under 23 nel 2022 e nel 2023 la II Coppa del Mondo

02 Settembre 2019
Guarda anche: Sport

World Cup 2020, Campionato europeo assoluto di canottaggio 2021, il Mondiale junior e under 23 nel 2022 e nel 2023 la II Coppa del Mondo. Sono le quattro competizioni che Varese si è aggiudicata per i prossimi anni. La notizia dell’assegnazione alla nostra città del campionato europeo era arrivata ieri pomeriggio dal Consiglio Straordinario delle Federazioni Europee. Mentre oggi, in tarda mattina,  è arrivata anche l’annuncio delle competizioni del 2022 e 2023. In città dunque saranno 4 anni di grande sport internazionale. Già dalla World Cup del prossimo anno tutti gli occhi del mondo remiero torneranno ad essere puntati su Varese ed il suo Lago.

Proprio questo grande attivismo del Comune di Varese nel partecipare alle assegnazioni delle più importanti gare internazionali ha permesso alla città di ottenere ben 320 mila euro come contributo del Governo per l’organizzazione e la realizzazione di eventi di rilevanza nazionale e internazionale. Nei mesi scorsi infatti il sindaco di Varese Davide Galimberti, presidente anche del comitato organizzatore dei campionati internazionali di canottaggio Varese, aveva scritto al Ministero dello Sport per richiedere un contributo previsto dal “Fondo unico a sostegno del potenziamento del movimento sportivo italiano”. Fra le finalità del Fondo infatti la voce più corposa veniva destinata al sostegno della realizzazione di eventi sportivi di rilevanza internazionale,  prevedendo un investimento su tre anni (2018-2020).

A presentare tutte le novità sulle competizioni di canottaggio questa mattina c’erano il sindaco Davide Galimberti, l’onorevole Giancarlo Giorgetti, il presidente della Provincia di Varese Emanuele Antonelli, l’assessore alle Attività produttive di Varese Ivana Perusin, Mauro Morello della Canottieri Varese e Fabrizio Quaglino, presidente del comitato regionale lombardo Fic.

“Tutto questo – ha affermato il sindaco Galimberti – è stato possibile grazie alla sinergia tra i diversi livelli istituzionali, e voglio ringraziare di questo l’onorevole Giorgetti per l’attenzione al territorio. Oggi, grazie anche a questo finanziamento del Governo e alle risorse messe dal Comune potremo organizzare eventi sportivi di grandissimo rilievo che saranno una splendida vetrina per l’intero paese e per lo sport”.

Da tutti i partecipanti alla conferenza di questa mattina è stata espressa la massima soddisfazione per quelli che saranno eventi con importanti ricadute sportive, economiche, turistiche e di promozione del nostro territorio.

Nei giorni scorsi dunque la notizia dell’assegnazione a Varese di un finanziamento per la prossima Coppa del Mondo, che insieme alla regata di qualificazione Olimpica sono uno dei massimi eventi sportivi che si terranno in Italia nel 2020. Uno degli ultimi test che potranno fare le squadre nazionali prima dell’evento clou, i giochi olimpici di Tokyo e nelle regate di qualificazione verranno assegnati gli ultimi pass a disposizione per gli equipaggi che non lo hanno ottenuto al mondiale dell’anno precedente.

Oltre 1500 tra atleti, tecnici e staff delle nazionali. Almeno 50 squadre nazionali, quasi 400 volontari, 250 tra componenti della federazione mondiale, della giuria internazionale, rappresentanti delle federazioni internazionali, cronometristi, operatori e tecnici. Oltre 80 giornalisti, fotografi e operatori televisivi. Previste tra le 4000 e le 5000 presenze di spettatori al giorno e tra le 12000 e le 15000 presenze complessive. Sono questi i numeri attesi per la competizione mondiale che si svolgerà a Varese.

La manifestazione si terrà in un’area di 100000 mq dei quali 40000 dedicati agli atleti e 30000 agli spettatori che avranno a disposizione tribune coperte, punti ristoro, e verrà creato un villaggio dove gli sponsor potranno esibire i loro prodotti. Inoltre sarà allestito uno spazio dedicato alla VIP Hospitality con accesso riservato a sponsor, istituzioni locali e nazionali, Federazione italiana e delegati della Federazione Internazionale.

Tag:

Leggi anche: